Fazio intervista Macron: le domande che non farà

Fazio intervista Macron: le domande che non farà

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

E’ notizia di questi giorni l’ormai prossimo incontro tra il conduttore di “Che tempo che fa” Fabio Fazio e il Presidente della Repubblica Francese Emmanuel Macron. Uomo politico inviso tanto agli italiani quanto al popolo francese. I toni che prenderà l’intervista sono ampiamente pronosticabili: ci saranno domande da non fare che di certo non farà, tematiche scomode che verranno ridimensionate, parallelismi con l’Italia quanto mai insensati o privi di qualsiasi razionalità.

Del resto non si chiede all’ormai ex-giornalista di incalzare Emmanuel Macron, ma nemmeno di condurre uno spot a beneficio del Presidente Francese. In quest’ottica, senza avere la pretesa di fare un vero proprio endorsement nei confronti del ricco personaggio televisivo italiano, abbiamo pensato di preparare e suggerire 5 domande che di certo non farà o non verranno esposte con il tono corretto.

La situazione a Ventimiglia
Signor Presidente, a seguito della decisione di Roma di chiudere i porti lei ha giudicato “vomitevole” la scelta politica del Governo Conte. Per quale motivo allora ha respinto a più riprese l’afflusso di migranti a Ventimiglia?

Il Franco CFA
In merito alla politica neo-coloniale francese e al Franco CFA, quanto crede che possa ancora durare questo sistema economicamente coercitivo nei confronti dei paesi africani a cui tutt’oggi viene imposto l’utilizzo del conio stampato da Parigi?

I gilet gialli, la situazione interna e il Venezuela
Presidente Macron, il suo principale nemico ad oggi, dati alla mano, risulta essere il popolo francese. Non solo i gilet gialli. La situazione interna in Francia ha raggiunto un livello di tensione altissimo con scontri sociali, feriti e morti. Non sarebbe il caso di guardare prima in casa propria prima di criticare paesi terzi come il Venezuela?

Lo sconfinamento in Italia della Gendarmerie francese
Ottobre 2018, la Gendarmerie francese supera i confini italiani e “scarica” alcune persone di origine africana (probabilmente migranti). L’Italia pretende delle spiegazioni, si sente di darci la sua versione dei fatti? Chi erano quelle persone? Con quale autorizzazione la Gendarmerie si è trovata a operare in territorio italiano?

Un aiuto al “povero” Fazio
L’ultima domanda esula dalla politica e riguarda strettamente la persona di Fabio Fazio
: caro Presidente Macron, gli ascolti della mia trasmissione sono in calo e ho dichiarato pubblicamente di volere espatriare, posso lasciarle il mio curriculum?

(di Marco Viminale)

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Galateo, ovvero l’educazione perduta: riscopriamolo
Galateo, una parola che sentiamo spesso. "Non riempire troppo il [...]
Nodi marinari: esempi e storia di una tradizione millenaria
Saper fare un nodo è una cosa che può risultare [...]
I figli sardine anti Salvini, i papà anti Berlusconi: quei flash mob revival
C'è il paese dei gilet gialli e quello delle sardine (che [...]
L’esercito Siriano avanza nei territori di Idlib occupati dai Jihadisti
Le forze governative del presidente Assad avanzano lentamente nella parte [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up