Più rimpatri che arrivi nel 2019: l'immigrazione è arrestabile

Più rimpatri che arrivi nel 2019: l’immigrazione è arrestabile

Con buona pace di chi probabilmente non è felicissimo della notizia, abbiamo appena scoperto un’ovvietà: l’immigrazione è arrestabile. Il giro di vite dato  dal governo è indiscutibile, e lo dicono i numeri. Più rimpatri che arrivi, già nei primi mesi del 2019. Come riporta il Giornale, 1099 stranieri sono tornati nei propri Paesi di origine, e sono 263 quelli giunti sulle nostre coste dal 1 gennaio 2019 (nello stesso periodo dell’anno scorso erano già 5.247).

Certamente siamo lontani dai proclami (che potrebbero essere definiti anche legittime speranze) del ministro dell’Interno Matteo Salvini alla vigilia del suo mandato, ma in ogni caso un dato è certo: l’immigrazione, specialmente clandestina, è un fenomeno arrestabile.

Lo constatiamo dando una pacca sulla spalla, magari con un po’ di compassione, anche a chi ieri sera nel corso di Propaganda Live (un nome a caso, Roberto Saviano, il protetto dall’ONU che proprio ieri ha preso le difese dello scrittore immigrazionista), continua a negare il concetto di “invasione” dopo l’arrivo di oltre 700mila persone (in gran parte irregolari) dal 2011 al 2018.

(di Stelio Fergola)

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Le mille forme del Movimento 5 Stelle da Proteo a Ditto
In Italia siamo abituati al trasformismo politico, ai partiti che, [...]
Ius soli, Trump annuncia intenzione di abolirlo: “diritto ridicolo”
L'amministrazione statunitense "sta valutando molto seriamente" la possibilità di "mettere [...]
Bagnai risponde a Conte e mostra i veri motivi della crisi
La crisi del governo gialloverde ha avuto il suo culmine [...]
Cinque stelle, da (finti) rivoluzionari a partito di sistema
La (triste) parabola dei Cinque stelle: dalle velleità rivoluzionarie di [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up