SeaWatch irregolare: fermo amministrativo per lo yacht immigrazionista

SeaWatch irregolare: fermo amministrativo per lo yacht immigrazionista

Resta ferma al porto di Catania la nave SeaWatch che negli scorsi giorni ha traghettato 47 migranti dalle coste libiche.

Come spiega l’Onorevole Danilo Toninelli  (M5s) su Facebook:

La nostra Guardia Costiera ha effettuato il fermo amministrativo della SeaWatch per violazioni delle norme in materia di sicurezza della navigazione e di tutela dell’ambiente marino.
Stiamo parlando di una imbarcazione registrata come “pleasure yacht”, che non è in regola per compiere azioni di recupero dei migranti in mare. E mi pare ovvio, visto che è sostanzialmente uno yacht.
In Italia questo non è permesso. 
Se tu, milionario, compri uno yacht, vai in navigazione per piacere, non per sostituirti alla Guardia Costiera libica o di altri Paesi.
Voglio ringraziare le Capitanerie di Porto per il loro grande lavoro sul fronte della legalità. Ma soprattutto mi chiedo: il governo olandese non ha nulla da dire rispetto a una imbarcazione di una Ong tedesca che chiede e ottiene la bandiera dei Paesi Bassi per scorrazzare nel Mediterraneo agendo fuori dalle regole?

Non si sono fatti attendere i commenti dei diretti interessati in merito al reato contestatogli:

Sul piano concreto restano le evidenze messe alla luce dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nei confronti della SeaWatch, ci si chiede per quanto ancora questo genere di attività possano proseguire sotto la maschera di “soccorsi umanitari”.

(di Fabio Sapettini)

 

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Macron, “Ricostruire Notre Dame con materiali moderni”. È polemica
I politici conservatori francesi sono furiosi con il presidente Emmanuel [...]
Papa Bergoglio: Cristo oggi avrebbe le sembianze dei migranti
Le sembianze dei migranti sono quelle di Cristo. Coloro "che [...]
Il “climaticamente corretto”: intervista a Enzo Pennetta
Abbiamo raggiunto, per un'intervista, Enzo Pennetta, biologo e docente di [...]
Ius Soli e Porti aperti: la ricetta-suicidio del Pd di Zingaretti
Il Pd di Nicola Zingaretti non è nulla di nuovo. [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter