Tulsi Gabbard: "Assad non è un nemico, perché preferite al Qaeda?"

Tulsi Gabbard: “Assad non è un nemico, perché preferite al Qaeda?”

La candidata democratica delle Hawaii Tulsi Gabbard ha dichiarato che il presidente siriano Bashar al-Assad non è il nemico degli Stati Uniti, sostenendo la sua opposizione al coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra per procura in Siria.

«Assad non è il nemico perché la Siria non rappresenta una minaccia diretta per gli Stati Uniti», ha detto Gabbard mercoledì mattina in un’intervista rilasciata alla MSNBC.  La candidata ha incontrato il presidente siriano Assad in Siria due anni fa, affermando che «se diciamo veramente di avere a cuore il popolo siriano, la sua sofferenza, allora dobbiamo essere in grado di incontrare chiunque se c’è la possibilità di arrivare alla pace».

Tulsi Gabbard: «Perché preferite al Qaeda?»

Sconcerto negli studi della MSNBC, dove i giornalisti presenti hanno provato in tutti i modi a mettere in difficoltà la candidata anti-establishment, che vuole porre fine ai Regime Change e alla Nuova Guerra Fredda con la Russia.

 

Tulsi Gabbard: "Assad non è un nemico, perché preferite al Qaeda?"

 

«La Siria – Assad non ci ha attaccato l’11 settembre – ha ribadito in un twitter Gabbard – uccidendo migliaia di americani,  lo ha fatto Al-Qaeda. Nessuna autorizzazione ad usare la Forza Militare ha mai superato il Congresso per andare in guerra contro la Siria. Se gli Stati Uniti rovesciano Assad, Al-Qaeda / ISIS prenderà il sopravvento. Perché li preferisci ad Assad?».

(di Roberto Vivaldelli)

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Le mille forme del Movimento 5 Stelle da Proteo a Ditto
In Italia siamo abituati al trasformismo politico, ai partiti che, [...]
Ius soli, Trump annuncia intenzione di abolirlo: “diritto ridicolo”
L'amministrazione statunitense "sta valutando molto seriamente" la possibilità di "mettere [...]
Bagnai risponde a Conte e mostra i veri motivi della crisi
La crisi del governo gialloverde ha avuto il suo culmine [...]
Cinque stelle, da (finti) rivoluzionari a partito di sistema
La (triste) parabola dei Cinque stelle: dalle velleità rivoluzionarie di [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up