Italia Viva: ecco il nuovo partito di Matteo Renzi

Italia Viva: ecco il nuovo partito di Matteo Renzi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Si chiamerà “Italia Viva” il nuovo partito di Matteo Renzi. Lo ha annunciato l’ex premier e leader del Partito Democratico, ribadendo il pieno appoggio al governo Conte bis. Dopo la separazione di Calenda e del suo “Siamo Europei” il PD perde un altro pezzo, con un ulteriore soggetto politico frutto della spaccatura della sinistra italiana.

Italia Viva: ideali o strategia?

Il motivo che ha portato alla spaccatura resta tutt’ora celato dietro le frasi di circostanza. Da un lato la spasmodica ed innata necessità di leadership Matteo Renzi, dall’altro la volontà di raccogliere ancor più elettorato centrista; da un altro ancora, dicono i maliziosi, una strategia ben congeniata.

Sta di fatto che, dopo aver giocato un ruolo determinante nella formazione del governo “giallorosso”, l’ex premier abbandona a sé stesso Zingaretti e il PD. Le conseguenze sono presto dette. Italia Viva avrà inevitabilmente un ruolo importantissimo (ed autonomo) nel sostegno al governo, oltre a rappresentare una potenziale scappatoia per sfuggire alle responsabilità nel caso la nave giallorossa cominciasse ad imbarcare acqua.

Con 25 deputati e 15 senatori la neoformazione renziana diventa di fatto l’ago della bilancia dell’esecutivo, soprattutto al Senato, dove il governo ha incassato la fiducia con 169 voti (maggioranza necessaria 161) e un voto negativo di Italia Viva determinerebbe, di fatto, la sconfitta della maggioranza.

Qual è l’elettorato di Italia Viva?

Il target di elettorato al quale punta Italia Viva è sicuramente quello centrista. Con una sorta di Margherita 2.0 la volontà di Renzi dovrebbe essere infatti quella di prendersi lo spazio che potrebbe crearsi al centro con un PD trascinato a sinistra dai 5 stelle e una Forza Italia trascinata a destra dal duo sovranista Salvini-Meloni.

E di fatti arrivano, dal partito di Berlusconi, le prime voci preoccupate, come quella di Mara Carfagna che dice “la scalata renziana è un problema anche per Forza Italia perché arriva un nuovo competitor nell’area moderata“.

Si parla infatti con insistenza di una forte attrazione che il partito di Renzi sta esercitando, prima ancora di vedere se lo faccia o meno sull’elettorato, sugli stessi membri di Forza Italia che, secondo alcuni, starebbero già studiando piani di convergenza con Italia Viva.

Le percentuali del nuovo partito di Matteo Renzi

È molto difficile ad oggi ipotizzare la forza elettorale di questo nuovo soggetto. Molti sondaggisti darebbero la compagine renziana tra il 5 e il 7,5%, ma  pare assolutamente prematuro fare previsioni su un soggetto nuovo e in una situazione politica tanto instabile. Di qui l’avvertimento di Enzo Risso, direttore scientifico di SWG che invita a “non fare oroscopi”.

(di Simone De Rosa)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Galateo, ovvero l’educazione perduta: riscopriamolo
Galateo, una parola che sentiamo spesso. "Non riempire troppo il [...]
Nodi marinari: esempi e storia di una tradizione millenaria
Saper fare un nodo è una cosa che può risultare [...]
I figli sardine anti Salvini, i papà anti Berlusconi: quei flash mob revival
C'è il paese dei gilet gialli e quello delle sardine (che [...]
L’esercito Siriano avanza nei territori di Idlib occupati dai Jihadisti
Le forze governative del presidente Assad avanzano lentamente nella parte [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up