Cari elettori a 5 stelle, ci dispiace tanto

Cari elettori a 5 stelle, ci dispiace tanto

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Cari elettori a 5 stelle,

sappiamo che molti di voi sono in buona fede. Sappiamo che il vostro voto è stato sempre diretto a volere dare una scossa alla politica italiana. Sappiamo che la maggior parte di voi è composta da persone semplici, che vivono del loro lavoro e che vorrebbero solo vivere in una società più giusta.

Ma sappiamo anche che i vostri desideri intimi, salvo eccezioni, non riguardano la politica. Riguardano la professione, lo stipendio, magari una famiglia, una vita quotidiana serena e normale. Cose che, semmai, possono essere facilitate dalla politica, che se dipendesse dal vostro istinto vi risparmiereste ampiamente di interpellare, come è giusto che sia. Se vi hanno spinto a votare con tanto fervore, è stato promettendovi una rivoluzione, un cambiamento radicale.

E quel cambiamento ve l’aveva promesso questo signore.

Questo signore chiama a raccolta i “giovani del PD”, per “l’occasione storica” che li attende, per i progetti tecnologici da qui a “dieci anni”. Lo stesso signore che fino a poco fa diceva di volerlo vedere sparire, il PD, e che non aveva nessuna remora a esprimerlo.

Cari elettori a 5 stelle, ci dispiace tanto

“Liberateci della vostra presenza per sempre”. Frase evidentemente da estendere a tutto il sistema, ma comunque chiara. Si ricordano anche i numerosi  insulti a “Gargamella” (alias Pierluigi Bersani), si ricordano polemiche violente durate un decennio.

Oggi quel signore, cari elettori a 5 stelle, si rivolge a quel partito verso cui aveva diretto la maggior parte delle sue invettive. Il partito del sistema che a parole voleva “aprire come una scatoletta di tonno”.

Ci vuole collaborare, convivere. Nessuna lotta, nemmeno ipotetica, nemmeno a parole. Neanche simulata. Nelle sue parole confuse e involontariamente comiche c’è imbarazzo. Molto imbarazzo. L’imbarazzo di chi sa bene di avvicinarsi a ciò che i potenti della terra vogliono alla guida d’Italia.

Cari elettori a 5 stelle, siete stati truffati. Capita. Soprattutto in politica. Siamo stati truffati anche noi in passato, e magari lo saremo in futuro. L’importante è prendere subito le distanze. Magari insieme a un’ala sana del Movimento che si sta opponendo a questo schifo.

In bocca al lupo. Sinceramente.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

“Biloslavo fascista, via dall’Università”: a Trento avviene l’incredibile
"Biloslavo fascista". Sembra quasi una barzelletta, ma da anni è [...]
Fake news, ABC mostra un falso video sui bombardamenti in Siria
ABC News, emittente americana di proprietà del gruppo Walt Disney, [...]
La protesta dei poliziotti: “Stufi di vederci mortificati, non siamo schiavi”
"Siamo servitori, non servi", questa la sintesi della protesta dei [...]
Soros, più di 8 milioni di dollari a ong e partiti in Italia
George Soros, pioggia di milioni a ong e partiti in [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up