Le più belle frasi di Osho

“Le più belle frasi di Osho” è sparita da Facebook

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

“Le più belle frasi di Osho” non è più raggiungibile tra le ricerche su Facebook, e il link diretto risulta inattivo. Il motivo è attualmente ignoto, come è ignoto se il problema risieda in un errore o in un disservizio temporaneo.

“Le più belle frasi di Osho” e il sospetto dell’ennesima censura

Dopo i social come Parler, la chiusura di pagine come quella di Casapound (di cui era stata ordinata la pronta riapertura dagli organismi giudiziari), il sospetto o la paura che possa trattarsi dell’ennesima censura dei monopolisti dei social network è palpabile.

D’altronde, ben da prima di Zuckerberg e Dorsey, già alcuni esponenti della cultura dominante e del giornalismo di regime come Andrea Scanzi avevano cercato nei mesi scorsi di diffamare “Le più belle frasi di Osho” e di convincere il pubblico ad abbandonare il following. Una campagna fallimentare che fece ottenere ancora più consensi a Osho – Palmaroli. Con più di un milione di like, “Le più belle frasi di Osho” era una delle pagine satiriche di maggior successo sulla rete.

Il vignettisa ha confermato la scomparsa della pagina a Il Primato Nazionale, avendo dichiarato di non avere idea dei motivi.

Non possiamo far altro che sperare si tratti di un disguido o di un inconveniente tecnico.

 

AGGIORNAMENTO: PAGINA RIAPERTA.

È lo stesso Palmaroli a comunicarlo questo pomeriggio. Tiriamo tutti un sospiro di sollievo, non ci eravamo mai espressi nell’ordine delle certezze, ma il dubbio, visto il clima delle ultime settimane, era lecito. Di seguito, il contenuto del post di Osho sulla pagina:

Intanto ringrazio tutti per la solidarietà. Siete la mia artiglieria. Quanto ai motivi della chiusura temporanea della pagina, pur comprendendo coloro che hanno pensato che fosse dovuta a motivazioni legate ai contenuti da me pubblicati, vi informo che non è stata provocata da quelli, anche perchè la mia satira non è mai stata né violenta né offensiva. Semplicemente m’ero scordato de pagà ‘na bolletta 😆
Scherzi a parte, c’è stata una segnalazione relativa al soprannome con cui ormai tutti mi conoscete e un conseguente errore di valutazione da parte di facebook, riconosciuto dopo il mio reclamo. Tutto a posto. Comunque pe sicurezza il libro compratevelo…’n se sa mai

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Per il PD “tutto Zaki” chi è già italiano può rimanere nelle carceri in Marocco
Barricate per l'egiziano Zaki, silenzio tombale per l'italo-marrocchina Fatima (nome [...]
La riforma della giustizia è una priorità, come quella costituzionale
Riforma della giustizia, una priorità congelata da decenni. Ieri il [...]
Lo strano concetto di “legge Anti-LGBT” dei progressisti
In Ungheria è entrata in vigore oggi la famigerata legge [...]
Brandi: “Caro minus habens, invece di criticare chi tifa Italia, impegnati tutti i giorni”
Pubblichiamo volentieri il post integrale di Matteo Brandi, che si [...]
Scroll Up

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.