Cacciari dittatura democratica

Cacciari shock: “Una dittatura democratica sarà inevitabile”

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Cacciari incommentabile ieri sera a #Cartabianca, condotto da Bianca Berlinguer. Il filosofo non si risparmia e la spara alta, altissima. “Dittatura democratica” è la nuova espressione lanciata in diretta. Senza che nessuno proferisse parola, al contrario delle facili indignazioni espresse verso i soliti nemici da abbattere con qualsiasi mezzo.

Cacciari e la “dittatura democratica”

Sì, lo ha detto sul serio. Il governo può reggere solo in un modo, secondo Massimo Cacciari, ed è quello di una “dittatura democratica” che “sarà inevitabile”, per affrontare i “pericoli per l’ordine sociale” scaturiti dalla ormai certa crisi economica drammatica che si scatenerà in autunno dopo la chiusura a causa del lockdown di 3 mesi durante l’emergenza coronavirus.

cacciari dittatura democratica

Tenere le redini quindi. Che sta tranquillamente per “mantenere il potere” e non ammettere il dissenso. Un’ipotesi, quella di una contrazione reale delle libertà democratiche, che nessuno potrebbe mai immaginare seriamente, ma che negli ultimi mesi sembra mostrare sempre più motivi reali per essere applicata.

Cos’è questa “dittatura”?

A parte gli esperti di ossimori, nessuno può darci una risposta. Come si suol dire: “vedremo”. Non vogliamo neanche immaginare l’ipotesi che testate come la nostra non possano esprimersi, sebbene sui social questa eventualità si sia purtroppo drammaticamente verificata sia nel 2020 che l’anno scorso.

Il signor Cacciari, va detto, ha parlato in modo franco e ha specificato che la “dittatura democratica” durerà “almeno fino alla fine dell’anno”.

Noi saremo alla finestra. E osserveremo dove questo gioco pericolosissimo avrà l’ostentazione e il coraggio di arrivare. E dove vorrà arrivare un governo che, invece di sostenere l’economia, ha finora pensato esclusivamente a chiedere permessi e concessioni a Bruxelles, alla sua politica usuraia e conseguentemente a rendere impossibile qualsiasi sostegno reale a milioni di cittadini che, oggi, rischiano sul serio la povertà.

(la Redazione)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero piacerti

Polonia, trionfa Duda: perdono Soros e Bruxelles
In Polonia è vittoria dei sovranisti. Come riporta l'agenzia Agi, [...]
Moda: così è diventata sempre più “gender” e meno sexy
“Sono solo canzonette” titolava una famosa canzone di Edoardo Bennato [...]
“Transfobica”: il politicamente corretto contro JK Rowling
J.K. Rowling di nuovo nel mirino del mondo Lgbt per [...]
Hezbollah: da partito libanese a potenza regionale (parte 1)
Hezbollah (il Partito di Dio in arabo) è una formazione [...]
Scroll Up