Auguri Italia

Auguri Italia, specialmente in questo momento difficile

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Auguri Italia, soprattutto in questo momento difficile.

Auguri Italia, a chi lotta ogni giorno

Auguri Italia, auguri a tutti i medici, gli infermieri, i membri delle forze dell’ordine, auguri a tutti gli specialisti che stanno impegnando anima e corpo per uscire da questo tunnel infernale. Al loro impegno, al loro spirito di servizio, al loro sacrificio in qualche caso. Al senso del dovere che dovrà essere accompagnato da quello dello Stato, in futuro.

Auguri Italia, auguri a tutta la gente comune, inconsapevole delle proprie radici nella stragrande maggioranza dei casi, ma rappresentante di un certo modo di affrontare la vita, al netto dei vizi che ci hanno corrotto tutti negli ultimi 50 anni.

Auguri a chi spera e condivide, perché non può fare altro

Auguri a chi, dai balconi, ha manifestato spontaneamente dei caratteri comuni di origine plurisecolare (spesso senza saperlo, per l’appunto), legati alla nostra cultura e alle nostre tradizioni, auguri a chi si è radutnato spesso attorno a un simbolo che è stato quasi vilipeso per decenni, e che non potrebbe fare altro da recluso, se non tirarsi su il morale e comunicarlo ai propri vicini, potendo finire in ospedale come chiunque altro.

Auguri a chi ha intonato la Turandot, che sfido chiunque considerare una manifestazione inelegante o lontana dalla nostra splendida storia. Auguri a chi ha suonato Verdi, a chi ha cantato l’inno nazionale.

Perché con la compattezza si affronta tutto al meglio: che sia il coronavirus, l’immigrazione di massa o i nemici interni ed esterni. Tutto questo ancora non c’è, anche se spontaneamente qualcosa si è visto. Con la compattezza e l’unità si realizza qualsiasi visione.

Nostro compito sarà quello di coltivare ogni minimo segnale, e di tentare di rendere tutti consapevoli, un giorno, di appartenere alla stessa, meravigliosa radice.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero piacerti

Alain de Benoist: “È guerra USA – Cina. L’Europa non cada nella trappola”
Traduciamo e riportiamo un'intervista ad Alain de Benoist apparsa su [...]
I Sentilenesi, la tribù che respinge la civiltà ed esalta il primivitismo
I Sentinelesi sono gli abitanti dell’isola di North Sentinel, un’isola [...]
Trump: l’imprevisto del deep state e delle élites globaliste
Mentre il mondo si interroga sul potere delle élite globaliste [...]
Trump e la lotta interna al Partito Repubblicano: è di nuovo fuoco “amico”
La lotta tutta interna al Partito Repubblicano americano tra il [...]
Scroll Up