Buon Natale speranza

Un Buon Natale di speranza, nonostante tutto

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrei partire da “Buon Natale”. E sì, lo faccio. Ma lo faccio forse con un po’ di malinconia e di tristezza, dettate dalla situazione in cui ci troviamo invischiati ormai da due anni.

L’ultimo “Buon Natale” con il Covid? Cominciamo a dubitarne

Purtroppo su questo fronte cominciamo a dover essere pessimisti. Questa brutta storia non sembra avere una fine. Non basta la stragrande maggioranza della popolazione vaccinata, la corsa ai positivi (sempre identificati come malati) prosegue imperterrita. Non bastano le rassicurazioni sulla variante Omicron, definita da tutti coloro che l’hanno studiata per primi come sostanzialmente innocua (almeno per ora). Concetto sottolineato a chiare lettere proprio da chi l’ha scoperta.

La normalità sembra un miraggio e le dosi di vaccino sembrano infinite. Perfino per chi non si aggiorna, i tamponi continuano a sussistere. Sarà dunque durissima immaginare quando si potrà tornare alla normalità. Questo sebbene qualche reazione ci sia stata, insufficiente però a contrastare ciò che ci sta soffocando da quasi due annate.

La speranza deve guidarci

La reazione avutasi a Trieste, ancorché ormai spenta, deve guidarci all’ottimismo. Alla necessità di proseguire nel nostro impegno quotidiano. Nel nostro piccolo, senza pretendere miracoli.

Perché tornare alla normalità dipenderà anche da questo. Dalla capacità che ciascuno di noi avrà nell’intepretare meglio questa difficilissima fase della nostra storia. Una fase che non avremmo mai immaginato solo qualche tempo fa, quando già sapevamo di essere in caduta libera. Buon Natale.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Covid: il “rischio zero”, ovvero la nuova età (fallace) dello spirito
Più volte, nel corso dell’ultimo anno di Covid, il rischio [...]
E adesso chiedete scusa a Trump
Si dovrebbe chiedere scusa a Donald Trump. Con un po' [...]
Addio a Donatella Raffai, storica conduttrice di “Chi l’ha visto?”
È morta oggi la storica conduttrice di Chi l'ha visto?, [...]
Hoara Borselli e “la penna” (in mancanza di contenuti)
Se a sinistra c’è chi pensa di poter “ricostruire un’egemonia [...]

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.