Italia non si inginocchia

L’Italia non si inginocchia, il Feudo politicamente corretto rosica

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

L’Italia del calcio non si inginocchia per umiliarsi di fronte al Black Lives Matter. Noi lo avevamo sperato, nella partita di sabato lo abbiamo visto: niente capo chino, tanto per gli azzurri che per gli austriaci.

Le pressioni del Feudo prima della partita

Il Feudo politicamente corretto, la minoranza culturale e politica che detta legge in Italia, ha fatto pressione sugli azzurri in ogni modo nei giorni scorsi. Il segretario del PD Letta (che praticamente lo aveva ordinato in diretta tv), giornali come Corriere della Sera e Repubblica hanno definito la scelta della squadra di Mancini in modo a dir poco scandaloso (“gli azzurri non si inginocchieranno contro il razzismo”, a comunicare che chi non si piega sia quindi razzista).

Una bolgia pazzesca e senza sosta. I fedeli adepti del Feudo avevano sommerso di insulti gli azzurri prima del match, di cui vediamo alcuni esempi in questa schermata pubblicata da Matteo Brandi.

Italia non si inginocchia

L’Italia non si inginocchia: le reazioni politicamente corrette

L’Italia non si inginocchia, e a molti la cosa non va giù. Non va giù a Corrado Formigli, non va giù ad Alessandro Gassman, che sui social si “sfogano” così.

L'Italia non si inginocchia, il Feudo politicamente corretto rosica L'Italia non si inginocchia, il Feudo politicamente corretto rosica

“C’è chi lo ha capito e chi no”, scrive stizzito Formigli. Più tenue la sofferenza di David Parenzo, ma comunque apprezzabile per il fintissimo “daje” finale.

L'Italia non si inginocchia, il Feudo politicamente corretto rosica

Nessun cenno, invece, da Enrico Letta. Dopo aver apertamente ordinato la sottomissione alla squadra, il segretario del PD finora ha taciuto. In certi casi, è senza dubbio meglio così.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Per il PD “tutto Zaki” chi è già italiano può rimanere nelle carceri in Marocco
Barricate per l'egiziano Zaki, silenzio tombale per l'italo-marrocchina Fatima (nome [...]
La riforma della giustizia è una priorità, come quella costituzionale
Riforma della giustizia, una priorità congelata da decenni. Ieri il [...]
Lo strano concetto di “legge Anti-LGBT” dei progressisti
In Ungheria è entrata in vigore oggi la famigerata legge [...]
Brandi: “Caro minus habens, invece di criticare chi tifa Italia, impegnati tutti i giorni”
Pubblichiamo volentieri il post integrale di Matteo Brandi, che si [...]
Scroll Up

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.