ONG Taxi del mare

Sì Saviano, le ONG sono taxi del mare e Di Maio non deve chiedere scusa

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Sì, caro Roberto Saviano, le ONG sono taxi del mare. Con buona pace della tua prosopopea, sono taxi del mare. Non certo le ambulanze di cui fantasiosamente narri.

Saviano a Di Maio: “Sì scusi per aver chiamato le ONG taxi del mare”

Ci prova, Roberto Saviano. Dalla sua pagina facebook tuona, approfittando delle scuse del ministro degli Esteri Luigi Di Maio rivolte a Simone Ugetti, sindaco di Lodi.

Mi aspetto, adesso, che Di Maio chieda scusa anche per aver definito le ONG “taxi del mare”; anche quella fu gogna per fini elettorali. Spero che Di Maio senta forte l’urgenza di chiedere perdono per aver contribuito a bloccare le ambulanze del mare, che tante vite hanno salvato quando gli Stati nazionali, per questioni di mera propaganda, hanno deciso di abbandonare un fronte in cui essere presenti era ed è un obbligo.”

 

ONG taxi del mare

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, da seduti, corpo idrico e il seguente testo "Luigi Maio 21 aprile 2017 ® Chi paga questi taxi del Mediterraneo? perchèlo fa? Presenteremo n'interrogazione Parlamento, andremo fino fondo questa storia e ci auguriamo che ministro Minniti dica tutto quello che sa. Luigi Di Maio @LuigiDiMaio Home Post Video Foto Informazioni Community Crea una Pagina Più di 8mila sbarchi in giorni: l'oscuro ruolo delle ONG private SPERO ARRIVINO PRESTO SCUSE DI LUIGI DI MAIO ANCHE PER AVER DEFINITO LE ONG "TAXI DEL MARE""

I Taxi del mare sono una realtà, quelle di Saviano solo fantasie

L’unica cosa vera è che le ONG “raccolgono persone” in mare. Definirlo “salvataggio” già è più arduo, ma si potrebbe pure accettare come rappresentazione scenica. La realtà è che dal 2017 sappiamo che:

1. Le ONG raccolgono i migranti a pochi chilometri dalle coste libiche.
2. La stragrande maggioranza di queste persone non ha lo status di rifiugiato ma di migrante economico.
3. Le ONG aspettano anche settimane al largo, rifiutando pure proposte di porti di nazioni vicine, per cercare ad ogni costo di portare i clandestini in Italia.
4. Quando non hanno lavorato le ONG si sono ridotte drasticamente le vittime nel Mediterraneo.
5. Le ONG hanno avuto in più di un’occasione contatti diretti con gli scafisti, con un sistema di comunicazione e assenso per i “salvataggi”
6. Alcune ONG sono indagate per guadagni diretti sullo sbarco dei migranti.

Quindi sì, il 99% delle ONG sono i “taxi del mare” di cui parlava Luigi Di Maio. Taxi schiavisti, aggiungerei. Con buona pace di Roberto Saviano e delle sue storie fantastiche senza fondamento, a parte le propagande strappalacrime.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Per il PD “tutto Zaki” chi è già italiano può rimanere nelle carceri in Marocco
Barricate per l'egiziano Zaki, silenzio tombale per l'italo-marrocchina Fatima (nome [...]
La riforma della giustizia è una priorità, come quella costituzionale
Riforma della giustizia, una priorità congelata da decenni. Ieri il [...]
Lo strano concetto di “legge Anti-LGBT” dei progressisti
In Ungheria è entrata in vigore oggi la famigerata legge [...]
Brandi: “Caro minus habens, invece di criticare chi tifa Italia, impegnati tutti i giorni”
Pubblichiamo volentieri il post integrale di Matteo Brandi, che si [...]
Scroll Up

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.