Vitali Scanzi

Crisi, il dietrofront di Vitali e l’ira del povero Scanzi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Luigi Vitali non sosterrà più Giuseppe Conte. Ha cambiato idea, dice. Uno dei “responsabili”, “costruttori” e tutto vale purché non siano i corrotti e falsi dei tempi di Berlusconi (ma solo perché non si tratta più di Berlusconi) fa marcia indietro.

E la ricerca di una maggioranza per l’ennesimo governo di Giuseppi si fa più complicata. Anche se, intendiamoci, di elezioni non se ne parla. Quelle mai, per carità, che anzi erano una “preoccupazione”.

Vitali: “Non va ad elezioni, quindi resto nel centrodestra”

Sorvolando su questo strambo atteggiamento che rende addirittura “timoroso” l’avvento di nuove elezioni, è interessante quanto riportato da Repubblica sulle dichiarazioni del senatore Vitali.

“Non passo più con Conte. Resto nel centrodestra’’. Al telefono, alle nove del mattino, il senatore Luigi Vitali, una vita e ‘’una storia che tutti conoscono’’ in Forza Italia, gela le aspettative di Giuseppe Conte e della maggioranza giallorossa. Nuova giravolta, non sarà più un costruttore. ‘’C’è stato un ripensamento,  – spiega – e nella notte ho deciso di restare con il centrodestra. Ho sentito Silvio Berlusconi e anche Matteo Salvini. Ho verificato che non c’è la volontà di andare ad elezioni a tutti i costi, che era poi la mia preoccupazione. Berlusconi è disponibile a verificare le condizioni per andare avanti e uscire da questo momento difficile, Salvini a discutere di fisco e giustizia. Berlusconi non esclude neanche le larghe intese’’.

Le elezioni, insomma, “che era poi la mia preoccupazione” non sono in cantiere, non c’è una volontà chiara, quindi si può pure evitare il salto della quaglia.

Vitali, stamattina a L’Aria che Tira, ha dichiarato infatti: “Ho sempre sostenuto l’inopportunità di andare al voto, il Paese non capirebbe” aggiungendo poi, riferendosi alla conduttrice Myrta Merlino, “lei pensa che possa sostenere un governo Conte per farlo cadere il giorno dopo?”.

Chiederemmo al signor Vitali se ritiene che saltare la quaglia sia opportuno soltanto per evitare il voto, come se fosse il passaggio da una linea all’altra della metropolitana. Come funziona esattamente?

Vitali, da costruttore a traditore, e a Scanzi scoppia il fegato

Ad Andrea Scanzi, nel frattempo, le coronarie danno fastidio. Tanto fastidio. E anche il fegato non scherza. Il suo post su Facebook è sintetico ma piuttosto chiaro

Vitali Scanzi

“Siamo in mano a gente così”. A “gente” come Vitali che, in buona sostanza, non fa il piacere a Scanzi di cambiare casacca per rimanere dov’è. Ovviamente si punta tutto sulla responsabilità, perché undici anni fa il governo Berlusconi poteva cadere tranquillamente, quello di Conte assolutamente no, intoccabile, figuriamoci se vagamente scalfibile.

Vitali non salta da un luogo a un altro e diviene addirittura un traditore. Non uno che, con tutte le criticità di questo mondo, tutto sommato rimane nello schieramento per il quale è stato votato. Proprio un traditore, “gente così” Vitali, come dice Scanzi. Robaccia.

Perché Vitali è la dimostrazione di quanto Scanzi e la banda de Il Fatto Quotidiano non abbiano alcun interesse per il bene del Paese. Di quanto siano soltanto interessati a sostenere aprioristicamente il potere. O, nella migliore delle ipotesi, di avviare le solite critiche sterili alla “sinistra che non sa opporsi alla malvagia destra”, giusto per darsi un tono di imparzialità più fake di una borsa firmata al mercatino.

Per oggi forse è tutto. Per domani non si sa.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Fedez, perché non hai parlato dei lavoratori di Amazon?
Fedez poteva dire tante cose, sul palco del Primo Maggio. [...]
Restrizioni e coprifuoco, un racconto di ordinaria follia pandemica
Quello che segue è un episodio realmente accaduto. Così le [...]
No, il 1 maggio non è il 25 aprile: ecco perché
Sbaglia chi mette il 1 maggio (come del resto, in [...]
Ai tempi del Covid la proprietà non è più un diritto?
Com’è noto, la crisi del covid sta provocando conseguenze disastrose [...]
Scroll Up

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.