Alla Fusani piace raccontare favole: “Con il MES il Sud come la Florida” [VIDEO]

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Claudia Fusani la spara grossa. Grossissima. Potremmo descriverlo come un genuino lavoro di fantasia, non fosse che la giornalista l’abbia tirato fuori, per l’ennesima volta, allo scopo di spingere propagandisticamente su una delle questioni più importanti per l’èlite dominante: il MES.

Fusani: pensiamo al nostro Sud con i giusti investimenti per gli anziani

Il luogo è Coffé Break, manco a dirlo La7. Con la solita scusa dei “fondi sanitari”, la Fusani decide di inventare, e di non fermarsi semplicemente all’idea – già di per sé completamente inconsistente – che il MES rappresenti una risorsa senza condizioni gravose (soprattutto nel medio e lungo periodo), ma che possa essere perfino utile a una trasformazione radicale del quadro sanitario meridionale.

Andrea Pancani lancia la palla: “Questi soldi ci servono eccome”. E la Fusani, manco a dirlo, raccoglie. Ed ecco che il mezzogiorno italiano con il salvifico “aiuto” di provenienza “messianica” si trasformerebbe in un luogo di lusso pensionistico-sanitario, paragonabile, secondo la cronista, alla Florida (ammesso e non concesso che la Florida stessa sia una sorta di paradiso terrestre, ma vabbè).

Il raffronto è soltanto leggero, ma sempre interessante da ascoltare.

Sul MES la propaganda mediatica è incessante

“Sono soldi, perché non prenderli”, “Non ci sono condizioni”, “Possiamo rilanciare il settore sanitario”. Le abbiamo sentite e lette per mesi. Che non esista nessun documento scritto che attesti queste affermazioni – mentre ne esisono eccome che sostengono l’esatto opposto, specialmente sulla condizionalità.

I signori cronisti, ospiti e giornalisti negli studi televisivi straparlano di qualcosa che non è provato da nulla. Noi continuiamo a registrare. La storia parlerà da sé.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
E dei “1300 morti al giorno” previsti ad aprile nessuna traccia
"Con le riaperture rischiamo 1300 morti al giorno". Così profetizzava [...]
Per il PD “tutto Zaki” chi è già italiano può rimanere nelle carceri in Marocco
Barricate per l'egiziano Zaki, silenzio tombale per l'italo-marrocchina Fatima (nome [...]
La riforma della giustizia è una priorità, come quella costituzionale
Riforma della giustizia, una priorità congelata da decenni. Ieri il [...]
Lo strano concetto di “legge Anti-LGBT” dei progressisti
In Ungheria è entrata in vigore oggi la famigerata legge [...]
Scroll Up

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.