task force

La distopia al potere: ecco la task force dei “tecnici” scelti dal governo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ma veramente il governo ha affidato il “rilancio economico del paese” ad una task force “tecnica” guidata da un tal Vittorio Colao, noto manager plurimililionario che ha iniziato la sua carriera lavorando presso la banca d’affari Morgan Stanley e la società di consulenza McKinsey, per poi approdare ai vertici di RCS MediaGroup, uno dei principali cartelli mediatici dell’oligarchia italiana, e infine della multinazionale britannica Vodafone, dove si è distino per i suoi compensi da capogiro e di cui è stato CEO fino al 2018? Qualcuno mi può spiegare cosa ci sarebbe di “tecnico” nella “ripresa dei diversi settori delle attività sociali, economiche e produttive”?

Pensiamo veramente che qualcuno col pedigree di Colao non esprima una precisa visione di società (che possiamo facilmente intuire)? Insomma, a forza di ripetere «meglio questo governo di un governo tecnico» alla fine i tecnici ce li ritroviamo al comando lo stesso, non solo per quello che riguarda tempi e modalità del lockdown, nella forma del fantomatico “comitato tecnico-scientifico” (cosa già di per sé alquanto discutibile) ma adesso addirittura incaricati di ricostruire la società del domani. Neanche nella peggiore delle distopie.

Dal profilo Facebook di Thomas Fazi

Governo, arriva la Task Force dei “Tecnici”

Il capo della Task Force, Vittorio Colao

Questo l’elenco completo dei componenti della task force per la Fase 2 dell’emergenza coronavirus presieduta da Vittorio Colao, riportata dall’agenzia LaPresse. Elisabetta Camussi – Professoressa di Psicologia sociale, Università degli Studi di Milano “Bicocca”; Roberto Cingolani – Responsabile Innovazione tecnologica di Leonardo, già Direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT); Vittorio Colao – Dirigente d’azienda; Riccardo Cristadoro – Consigliere economico del Presidente del Consiglio – Senior Director del Dipartimento economia e statistica, Banca d’Italia; Giuseppe Falco – Amministratore Delegato per il Sistema Italia-Grecia-Turchia e Senior Partner & Managing Director di The Boston Consulting Group (BCG); Franco Focareta – Ricercatore di Diritto del lavoro, Università di Bologna “Alma Mater Studiorum”; Enrico Giovannini – Professore di Statistica economica, Università di Roma “Tor Vergata”; Giovanni Gorno Tempini – Presidente di Cassa Depositi e Prestiti; Giampiero Griffo – Coordinatore del Comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità; Filomena Maggino – Consigliera del Presidente del Consiglio per il benessere equo e sostenibile e la statistica – Professoressa di Statistica sociale, Università di Roma “La Sapienza”.

Mariana Mazzucato – Consigliera economica del Presidente del Consiglio – Director and Founder, Institute for Innovation and Public Purpose, University College London; Enrico Moretti – Professor of Economics at the University of California, Berkeley; Riccardo Ranalli – Dottore commercialista e revisore contabile; Marino Regini – Professore emerito di Sociologia economica, Università Statale di Milano; Raffaella Sadun – Professor of Business Administration, Harvard Business School; Stefano Simontacchi – Avvocato, Presidente Fondazione Buzzi; Fabrizio Starace – Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’Ausl di Modena – Presidente della Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica (Siep). Volevate la task force dei “tecnici”? Eccola.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
E dei “1300 morti al giorno” previsti ad aprile nessuna traccia
"Con le riaperture rischiamo 1300 morti al giorno". Così profetizzava [...]
Per il PD “tutto Zaki” chi è già italiano può rimanere nelle carceri in Marocco
Barricate per l'egiziano Zaki, silenzio tombale per l'italo-marrocchina Fatima (nome [...]
La riforma della giustizia è una priorità, come quella costituzionale
Riforma della giustizia, una priorità congelata da decenni. Ieri il [...]
Lo strano concetto di “legge Anti-LGBT” dei progressisti
In Ungheria è entrata in vigore oggi la famigerata legge [...]
Scroll Up

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.