Lottare contro l'Unione Europea

Ora lottare contro l’Unione Europea è un dovere morale

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lottare contro l’Unione Europea finché si avrà il respiro per farlo. Per vederla crollare oggi o per far sì che chi verrà dopo di noi possa vederne la fine, poco importa. Dopo la vergognosa conclusione dell’Eurogruppo di stasera, non c’è altra scelta possibile. È un appello che si rivolge a tutti, anche agli europeisti, che per quanto sia imbarazzante dirlo, sono coloro con cui potremo dividere la fame e gli stenti dei prossimi anni. MES, BEI, SURE, per un totale che se va bene arriverà agli 80 miliardi di euro, in gran parte prestiti che ci richiederanno con sanguinosi interessi negli anni a venire. Il rischio, stavolta concreto, è uno: la fame.

Contro l’Unione Europea, ogni giorno

Con il passaparola, con gli articoli, con la propaganda serrata, con un post sui social, con tutto ciò che vi pare, che siate famosi o sconosciuti, influenti o irrilevanti, lottare contro l’Unione Europea non è più un’opzione. Ma un istinto di sopravvivenza. Una reazione necessaria per non sprofondare negli abissi, per non ricalcare il modello della Grecia dove più di 700 bambini sono morti a causa del cappio dell’austerità. Lottare contro l’Unione Europea è un dovere. Lottare contro i suoi servi pericolosi, incapaci e traditori, pure.

Europa matrigna

Dopo averci impoverito nel giro di 20 anni, in cui il risparmio degli italiani è passato dal 20% del reddito pro capite a meno dell’8%, l’Unione Europea matrigna si prepara a raggiungere un altro brillante obiettivo: lo 0%. E poi ad andare oltre.

Trovo anche errato a livello comunicativo il messaggio che alcuni esponenti delle opposizioni hanno lanciato: non dobbiamo “chiedere soldi”. Non dobbiamo “chiedere solidarietà”.

I soldi devono tornare nostri, il che è profondamente diverso. Nostri e a nostra totale discrezione di impiego, emissione e investimento.

Ci attendono periodi durissimi. Lottare contro l’Unione Europea ogni giorno della nostra vita, in tutte le forme in cui ci sarà possibile. Per sempre.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero piacerti

Alain de Benoist: “È guerra USA – Cina. L’Europa non cada nella trappola”
Traduciamo e riportiamo un'intervista ad Alain de Benoist apparsa su [...]
I Sentilenesi, la tribù che respinge la civiltà ed esalta il primivitismo
I Sentinelesi sono gli abitanti dell’isola di North Sentinel, un’isola [...]
Trump: l’imprevisto del deep state e delle élites globaliste
Mentre il mondo si interroga sul potere delle élite globaliste [...]
Trump e la lotta interna al Partito Repubblicano: è di nuovo fuoco “amico”
La lotta tutta interna al Partito Repubblicano americano tra il [...]
Scroll Up