i-cieli-di-bibbiano

Danila Fravola canta, con coraggio, “I cieli di Bibbiano” [VIDEO]

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Dopo la presentazione in anteprima nazionale al Teatro Viganò di Roma, la giovane cantante bergamasca Danila Fravola ha pubblicato una canzone di spessore, toccante, e dal titolo emblematico: I cieli di Bibbiano. Un brano molto intenso, con un significato davvero potente e diretto.

 

La giovane biografia di Danila Fravola

Nata a Bergamo l’8 luglio 1998, Danila Fravola ha iniziato fin da piccola a studiare danza moderna, in tutte le sue forme. Arrivando, peraltro, a dei livelli notevoli, con proprietà di movimento e coreografiche. All’età di 13 anni, dopo la scomparsa di suo nonno – un evento drammatico che segnerà la sua carriera -, Danila si è rifugiata nel canto, per poi non lasciarlo più.

Ha studiato all’Accademia Centro Studi Musicale di Bergamo, dove per 4 anni la sua tecnica vocale è stata ben affinata. Successivamente, ha iniziato a partecipare a vari concorsi: nel 2017 ha vinto il concorso alle Due Torri di Bergamo, motivo per cui sono giunti vari ingaggi per delle cover. Dopo di che la sua voce è giunta sino in Romania, al Concursurui International Trecut Prezent Viitor. Nel 2019 ha deciso di partecipare al concorso canoro “Rivivendo il passato“: qui è stata notata da Marco Di Maio e Nicola Ursino, co-presidenti di M&N (Produzione e Promozione Musicale).

Con loro ha scelto di intraprendere un cammino produttivo, fino alla nascita di “Cuori a cuccia“, il suo primo singolo. Dolce e passionale, è fermamente convinta che i veri sentimenti muovano il mondo. Luca Gobbi, promotion manager, la descrive come versatile in ogni genere musicale. Con la possibilità di spaziare, per dare vita ad uno spettacolo vario e dettagliato.

danila-fravola
Danila Fravola

 

La canzone “I cieli di Bibbiano”

Recentemente, in collaborazione con M&N Vox, ella ha rilasciato un altro singolo, di spessore sociale ed emozionale, “I cieli di Bibbiano“. Scritto ed arrangiato da Nicola Ursino, interpretato da Danila Fravola medesima. Un brano atto a non far dimenticare gli spiacevoli fatti di Bibbiano, visti dalla parte dei genitori e dei bambini, che ne sono le primissime vittime innocenti. Il testo è toccante, la melodia contribuisce a lasciare una qual certa impronta.

«E poi viene il giorno che non pensi mai. / Cosa ho fatto mamma? Perché te ne vai? / Mi dicevi “Sono favole”, “L’orco è solo fantasia”, / Però adesso so che era una bugia. / Cieli scuri su Bibbiano senza te, / Che eri sole, gioia e la mia allegria. / Ma chi sono? Cosa vogliono? / Io non li ascolterò, / Tra le braccia calde tue io tornerò».

Parole significative, alle quali fa seguito il ritornello. Il brano, poi, così prosegue: «Ed a volte penso che ho sbagliato io: / Per i miei capricci chiedo scusa a Dio. / Ti prometto che ora i compiti sempre bene io farò, / Ma ti giuro che fra poco tornerò». E si conclude proprio con il ritornello, di nuovo, cantato due volte, per dare luce ai legami spezzati fra genitori e figli, ma mai rotti nei loro cuori: «Uniti sempre, per sempre. / Sono forte come mi dicevi tu; / Due cuori, lo stesso ventre. / E il mio angelo che cosa fa lassù. / Rassomiglia a te, ai tuoi occhi tristi / Che nessuno mi potrà portare via».

Il valore delle parole è, fondamentalmente, intrinseco alle stesse: alla loro lettura, al loro ascolto. Un brano prodotto e cantato con coraggio, per cercare di dare voce ai sommersi di questa triste vicenda.

(La Redazione)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Galateo, ovvero l’educazione perduta: riscopriamolo
Galateo, una parola che sentiamo spesso. "Non riempire troppo il [...]
Nodi marinari: esempi e storia di una tradizione millenaria
Saper fare un nodo è una cosa che può risultare [...]
I figli sardine anti Salvini, i papà anti Berlusconi: quei flash mob revival
C'è il paese dei gilet gialli e quello delle sardine (che [...]
L’esercito Siriano avanza nei territori di Idlib occupati dai Jihadisti
Le forze governative del presidente Assad avanzano lentamente nella parte [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up