Notre Dame, “Repubblica” se la prende con i sovranisti

Notre Dame, “Repubblica” se la prende con i sovranisti

«Incendio della cattedrale di Notre Dame, la Waterloo dell’idea di nazione». Sì, avete letto bene: il cosmopolita chic Francesco Merlo su Repubblica, commentando l’incendio alla Cattedrale simbolo della cristianità europea, è riuscito a prendersela con l’odiatissimo concetto di Nazione e con i soliti temibilissimi sovranisti.

«Il fuoco è cieco, è vero, ma nell’Europa che diventa sovranista con Notre Dame sta bruciando l’idea di nazione. Quel tetto in fiamme è infatti il tetto che ci copriva tutti, non una rovina che va in rovina come Palmira o i Budda dell’Afghanistan e neppure come la Fenice, che fu incendiata da due elettricisti criminali ma era solo un teatro, sia pure prezioso».

Notre Dame, “Repubblica” se la prende con i sovranisti

Notre Dame, Repubblica e il nazionalismo

Mai, prosegue Merlo nella sua filippica globalista, «era andata a fuoco una chiesa così centrale come Notre Dame, così nazionale e così internazionale, così unica e cosi copiata nel mondo, più francese dello Champagne e più mondiale dello Champagne, la Chiesa che ci fa sognare tutti perché c’è imprigionato dentro un gobbo innamorato che ogni giorno suona le campane per la nostra Esmeralda».

Ricapitolando: poiché è andato in fiamme un simbolo non solo francese ma universale – vero – allora il concetto di Nazione stesso è andato in fumo? Ma che ragionamento è? A noi, quella di Repubblica e del solito Merlo, pare semplicemente una strumentalizzazione a fini propagandistici di un evento tragico come l’incendio di Notre Dame.

Ci dispiace, caro Merlo, ma oltre a confondere continuamente patriottismo con nazionalismo e sciovinismo, dovresti prendere atto che l’unica «Waterloo» è quella di una stampa progressista sconnessa con la realtà, costretta a fare propaganda su un evento che non dovrebbe avere nulla a che fare con la polemica politica. Che brutta fine. Magari, fai uno sforzo e leggiti l’ultimo libro del tuo collega Federico Rampini: sarà come farsi una bella doccia fredda, ma ogni tanto ci vuole.

(di Roberto Vivaldelli)

 

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Sì ai migranti, ma niente sbarco. La furbata di Macron sulla Ocean Viking
Prima dell'ok allo sbarco da parte di Malta, mentre l'Ocean [...]
La metamorfosi di Manlio Di Stefano sull’UE
Nel corso di quest'anno e mezzo - dal 4 marzo [...]
Cacciari su governo Pd-Cinque Stelle: “Pateracchio indecente”
Ospite di La7, il filosofo Massimo Cacciari fa letteralmente a [...]
Le mille forme del Movimento 5 Stelle da Proteo a Ditto
In Italia siamo abituati al trasformismo politico, ai partiti che, [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up