Calenda getta la maschera: "Sto con Soros"

Calenda getta la maschera: “Sto con Soros”

Il tweet dell’Ex ministro del governo Renzi Carlo Calenda è eloquente: “Fubini è uno dei migliori giornalisti italiani. Soros è Presidente di una Fondazione che difende la società aperta e la democrazia. Belpietro è quello che ognuno può vedere. Io sto con Fubini e pure con Soros. E se l’alternativa è Belpietro pure con Gordon Gekko”.

Calenda getta la maschera: "Sto con Soros"

La vicenda è nota: l’inviato del Corriere Caizzi ha dichiarato in una lettera indirizzata ai colleghi che il direttore Fontana avrebbe forzato il 1° novembre la notizia di una procedura d’infrazione della Ue contro l’Italia, “inesistente, oltre che tecnicamente impossibile, in quella data”. Lo scoop di Federico Fubini sarebbe stato, a parere di Caizzi, “una notizia che non c’è”.

Fubini, che è nel board dell’Open Society Foundations di Soros, non viene citato nella mail al Cdr, ma Caizzi evidenzia un suo articolo del 7 novembre in cui si nega una possibile soluzione di compromesso sul bilancio del governo Conte, smentendo quanto scritto nei giorni precedenti dallo stesso Caizzi.

Calenda getta la maschera: "Sto con Soros"

Carlo Calenda se la prende con La Verità di Maurizio Belpietro, dimenticando che l’accusa arriva direttamente da Caizzi, che è l’inviato del Corriere della Sera a Bruxelles. Nell’attaccare il quotidiano, dichiara di stare dalla parte di un finanziere che nel 1992 vendette lire allo scoperto comprando dollari, costringendo la Banca d’Italia a vendere 48 miliardi di dollari di riserve per sostenere il cambio, portando a una svalutazione della nostra moneta del 30% e l’estromissione della lira dal sistema monetario europeo. Operazione rispetto alla quale lo stesso Soros non si è mai pentito. Comprensibile. D’altro canto è uno speculatore: sono i nostri politici che dovrebbero tutelare l’interesse nazionale. Dovrebbero.

(di Roberto Vivaldelli)

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Salvini – USA, perché può essere una svolta
Salvini a Washington usa parole chiare e dure: "Le risorse [...]
Landini umiliato: gli iscritti alla Cgil votano Lega
Mentre il Segretario della Cgil Maurizio Landini annuncia che il suo [...]
UE: sempre più franco-tedesca, dogmatica e ipocrita
Di nuovo un’UE a due velocità. Nel primo trimestre del [...]
Danimarca: la sinistra chiude tutti i centri profughi
Linea durissima sull'immigrazione della sinistra socialdemocratica della Danimarca. Come riporta [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter