piazzapulita partito politico

Piazzapulita, un partito politico

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Piazzapulita dovrebbe essere un partito. Lo chiediamo a gran voce al signor dottor Corrado Formigli, dal momento che nel suo programma non c’è spazio per la libertà di espressione, a meno che non sia adeguatamente “indirizzata”, orientata e resa “innocua”.

Piazzapulita, un partito e un movimento politico

Un programma di sedicente informazione che non fà altro che schierarsi – con la consueta precisissima orologeria – contro i partiti considerati scomodi (o comunque “meno comodi”) alla narrazione che perpetra, non mi sembra possa essere identificato in altro modo. Piazzapulita è già di fatto un partito politico, e Corrado Formigli è il suo segretario, presidente o quello che vi pare (a seconda della fisionomia che preferiamo attribuirgli). Già parlare, come ha fatto ieri il suo leader, di “fortissima inchiesta sulla lobby nera”, rifedendosi al putiferio scatenato contro Carlo Fidanza prima delle elezioni milanesi, lascia parecchio perplessi.

La “fortissima inchiesta” di Fanpage (manco del segretario Formigli) ha impiegato 3 anni per ottenere qualche frase estrema su Hitler, qualche dichiarazione su alcuni pagamenti in nero trasformatisi come per magia in “finanziamenti illeciti” manco si fosse in piena mani pulite, e una musica di sottofondo tesa a trasformare in criminale pure un brindisi dopo un pranzo. Eh beh, bella inchiesta, non c’è che dire. Piena di risultati penalmente rilevanti, caro segretario.

Come è piena di risultati rilevanti tutta la sua attività giornalistica, per lo meno se si deve fare propaganda su quante tasse dovremo pagare per tutta la nostra vita al sacrificio della buonissima Europa, o su quanto dovremo combattere tutti contro la pericolosissima minaccia fascista, ieri tenuta in piedi dal solito e inimitabile fenomeno Andrea Scanzi, circondato e sinceramente anche umiliato tanto dal professor Franco Cardini quanto – soprattutto – dal politologo Marco Tarchi. Sembrava di osservare un’analfabeta che si confrontava con uno scienziato. Ma ci siamo abituati.

Ideologia a senso unico

Piazzapulita, come ogni partito politico, esprime un’ideologia a senso unico. Noiosa, ripetitiva, perché composta sempre degli stessi dettami e principi fondamentali. Globalizzazione, liberismo ed europeismo (ma con una saltuaria richiesta di “più Stato” che sovente si riaffaccia ma non si capisce su quali basi, a parte quelle di ammazzare la classe media a suon di tasse), immigrazionismo, antirazzismo in assenza di razzismo e ovviamente il sempreverde antifascismo in assenza di fascismo.

Un monolite granitico inscalfibile, tenuto in piedi dalla presenza di ospiti compiacenti, accerchiamento di eventuali dissidenti, e pochissimo spazio concesso a chiunque di essi venga “ospitato” nella democratica tramissione di Formigli. Piazzapulita del partito politico ha tutto: statuto, militanza, regole, lotta ideologica. Le uniche cose che gli mancano sono un simbolo e una candidatura diretta alle elezioni.

Faccia questo passo, caro segretario Formigli.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
E adesso chiedete scusa a Trump
Si dovrebbe chiedere scusa a Donald Trump. Con un po' [...]
Addio a Donatella Raffai, storica conduttrice di “Chi l’ha visto?”
È morta oggi la storica conduttrice di Chi l'ha visto?, [...]
Hoara Borselli e “la penna” (in mancanza di contenuti)
Se a sinistra c’è chi pensa di poter “ricostruire un’egemonia [...]
Perché l’ossessione dei VIP di “lanciare un messaggio” in TV è ridicola
C’era una volta l’arte. E l’arte parlava da sé. Senza [...]

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.