Elogio Cardini Piazza Pulita

Elogio del Cardini di “Piazza Pulita”

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Un elogio di Franco Cardini ad oggi non solo è necessario, ma è doveroso. La cultura, l’audacia con cui lo storico in appena una trentina di secondi ha messo a sedere il plotone di Piazza Pulita sui soliti argomenti anacronistici (leggasi, il solito fascismo) meritano attenzione e sostegno.

Di Cardini ho sempre avuto una stima infinita. Anche nei periodi più bui, quelli di dichiarazioni sull’Islam un po’ troppo equivoche che potevano – magari involontariamente – dare spago alle derive immigrazioniste.

Giovedì scorso, ospite alla trasmissione di Corrado Formigli, Franco Cardini ha dato però una lezione di onestà e di verità che, forse, sarà ricordata per tanto tempo.

30 secondi per mettere tutti a sedere: l’elogio a Cardini parte da qui

Trenta, massimo trentacinque secondi. È durato tanto l’intervento illuminante di Cardini, fermato immediatamente da un Formigli il quale – guarda un po’ – non gli avrebbe più dato la parola. Il conduttore cerca di soffocarlo già all’inizio: “Non voglio aprire un dibattito sulle fosse ardeatine”.

Ed è da lì che parte il contenuto dell’affermazione di Cardini: “Nemmeno io voglio aprire un dibattito sulle fosse ardeadine”. Il resto è talmente iconico da non poter lasciare indifferenti.

“Abbiamo assistito al fuoco di fila di Bernard Henry Levy: “il fascismo è violenza!” Perché il comunismo non lo è mai stato? Il colonialismo liberale non è mai stato violenza?

“Il fascismo è contro l’umanesimo!” E io ho pensato immediatamente a Giovanni Gentile.
“Il fascismo è contro la cultura!” E io ho pensato immediatamente a Ezra Pound.
“Il fascismo è contro l’umanità!” E io ho pensato ad Alexis Carrel, il fondatore del sistema degli innesti fisiologici.”

La forza della cultura e della saggezza

Non sempre ho concordato con ogni posizione di Franco Cardini, specialmente negli ultimi anni. Mi avvicina a lui la visione tradizionalista, patriottica e forse anche spirituale dell’esistenza, lo fa anche la sua posizione sulla rivoluzione cubana, argomento sul quale mi sono spesso attirato “accuse di comunismo random”. Me ne allontano per le suggestioni islamiste facilmente passibili di cattive interpretazioni sedicenti “dirittoumaniste” e quindi immigrazioniste.

Ma giovedì scorso, davvero, il professore è riuscito a condensare in pochi secondi un pozzo di sapienza e saggezza che “il pollaio di Piazza Pulita”, come qualcuno lo ha giustamente definito, non può non dico immaginare, ma neanche sognare.

Concentrato com’è a prendersela con nemici inesistenti solo ed esclusivamente per inseguire i suoi biechi, marci e lerci scopi culturali e propagandistici.

Elogio a Cardini, ode a Cardini. Viva l’onestà e la sete di verità. Grazie professore. Soprattutto in un momento come questo, ha dimostrato di stare dalla parte giusta.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Europarlamentari contro il Green Pass: il discorso di Christine Anderson [VIDEO]
L’europarlamentare tedesca Christine Anderson scuote il Parlamento europeo con il [...]
Puzzer, decisione shock: “Foglio di via e divieto soggiorno”
È ufficiale: la democrazia parlamentare in Italia è ufficialmente un [...]
COP26, la colossale presa per i fondelli delle élite
La COP26 si prepara a essere uno spettacolo grottesco. Stiamo per [...]
La protesta di Trieste e le sospette ordinanze anti-assembramento
La protesta di Trieste è sempre più scomoda, a quanto [...]

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.