Federazione russa

Federazione Russa, sventato attacco terroristico il 17 marzo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il Servizio federale per la sicurezza della Federazione Russa (FSB) ha riferito che il 17 marzo è stato arrestato un collaboratore dello Stato Islamico, originario dell’Asia Centrale, che stava preparando un attentato terroristico a Majkop, la capitale dell’Adighezia, una repubblica situata nella Russia meridionale. Una notizia poco diffusa finora sui media occidentali e pubblicata per prima da Southfront.

Federazione Russa, l’attentatore

Nell’abitazione dell’uomo sono stati rinvenuti componenti per la costruzione di bombe artigianali, una bandiera dell’ISIS, una mappa della città con gli obiettivi da colpire, diverse istruzioni per la costruzione degli ordigni e documenti falsi.
Nello stesso giorno, i servizi di sicurezza hanno mostrato un video nel quale veniva arrestato un cittadino russo in Crimea, reo di aver raccolto informazioni del territorio, fotografando e filmando diverse strutture e luoghi nella penisola, per conto del Servizio di sicurezza dell’Ucraina (SBU). Stando a una confessione dell’uomo, era stato inviato in zona su ordine del colonello Kravčuk, un ufficiale della riserva di un dipartimento del Servizio di intelligence Internazionale ucraino (SZR). In seguito alla perquisizione dell’auto del detenuto, è stato ritrovato un ordigno esplosivo.

Gli ultimi attacchi terroristici nella Federazione

La Federazione Russa convive da tempo con un numero piuttosto ampio di attentati. Negli ultimi mesi, l’FSB ha neutralizzato diversi attacchi nel Paese:

1) Il 22 gennaio, è stato catturato un jihadista che stava preparando un attacco in Baschiria. In seguito all’operazione, i membri del FSB hanno confiscato diverse armi da fuoco e componenti per la costruzione di una bomba;
2) Il 17 febbraio, 19 militanti del gruppo “At-Takfir wal-Hijri” sono stati arrestati nella Russia meridionale, con l’accusa di pianificazione di un attentato dinamitardo in una località del Caucaso Settentrionale;
3) Il 4 marzo, i servizi di sicurezza hanno incarcerato un cittadino russo che stava per colpire una centrale elettrica nell’oblast’ di Kaliningrad;
4) La scorsa settimana, un terrorista è stato eliminato a Mahačkala, in Dagestan. Era in possesso di un mitra, diverse munizioni e una cintura esplosiva.

(di Carlo Parissi traduzione da Southfront)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Per il PD “tutto Zaki” chi è già italiano può rimanere nelle carceri in Marocco
Barricate per l'egiziano Zaki, silenzio tombale per l'italo-marrocchina Fatima (nome [...]
La riforma della giustizia è una priorità, come quella costituzionale
Riforma della giustizia, una priorità congelata da decenni. Ieri il [...]
Lo strano concetto di “legge Anti-LGBT” dei progressisti
In Ungheria è entrata in vigore oggi la famigerata legge [...]
Brandi: “Caro minus habens, invece di criticare chi tifa Italia, impegnati tutti i giorni”
Pubblichiamo volentieri il post integrale di Matteo Brandi, che si [...]
Scroll Up

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.