Alain Delon al festival di Cannes

Cannes, Alain Delon nel mirino delle femministe: “Razzista”

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Le femministe americane vogliono che non venga consegnata la Palma d’Oro al «razzista», «omofobo» e naturalmente «sessita» Alain Delon. Come riporta Il Foglio, l’associazione femminista americana Woman and Hollywood ha chiesto a Thierry Frémaux, delegato del Festival di Cannes che si tiene in questi giorni, di fare retromarcia sulla scelta di premiare il celebre attore francese accusato di «sessismo» e «omofobia».

«Questo attore razzista, omofobo e misogino sarà onorato a Cannes», si intitola la petizione pubblicata sulla piattaforma Care2, una petizione già firmata da 15mila persone che sta trovando grande eco nei siti progressisti di mezzo mondo e una cassa di risonanza tra le femministe francesi.

La protesta delle femministe contro Alain Delon

«Cannes manda un segnale negativo alle donne e alle vittime di violenza dando un premio a Delon», ha scritto l’associazione Osez le féminisme. Le erinni di Woman and Hollywood, collettivo presieduto da Melissa Silverstein. Qual è la colpa di Alain Delon? Aver espresso democraticamente la sua opinione contro il pensiero unico global-femminista contro le adozioni gay, di avere un comportamento da «macho», di essere contrario all’immigrazione di massa – come qualsiasi persona sana di mente – e, udite udite, di essere un simpatizzante della destra francese! Inaudito essere un simpatizzante di un partito che si presenta regolarmente alle elezioni, no?

«In un evento così importante, non c’è posto per i razzisti, i sessisti e gli omofobi, firmate per chiedere a Cannes di non onorarlo!» tuonano le solite femministe, che dimostrano, ancora una volta, di essere pericolose per la tenuta della democrazia e di non rispettare nulla se non la loro, folle, visione imbevuta di ideologia e di fandonie.

Cannes tira dritto e consegna il premio all’attore

Fortunatamente, la battaglia delle femministe non ha sortito l’effetto sperato. Come riporta l’Evening Standard, infatti, il direttore di Cannes, Thierry Fremaux , ha difeso la decisione della kermesse di premiare con la Palma d’oro Alain Delon. Fremaux ha dichiarato: “Non daremo ad Alain Delon il Nobel per la pace. Gli stiamo dando una Palma d’oro per la sua carriera di attore”.

(di Roberto Vivaldelli)

 

 

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Per Formigli quella dei terroristi è la “bandiera della Siria”
Durante l'ultima puntata di Piazza Pulita, il giornalista e conduttore [...]
“Trump vuole porre fine alle guerre e io sono con lui” dice Rand Paul
Rand Paul appoggia Donald Trump nella scelta di ritirare gli [...]
“Biloslavo fascista, via dall’Università”: a Trento avviene l’incredibile
"Biloslavo fascista". Sembra quasi una barzelletta, ma da anni è [...]
Fake news, ABC mostra un falso video sui bombardamenti in Siria
ABC News, emittente americana di proprietà del gruppo Walt Disney, [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up