crimine

Usa, come le città progressiste sono diventate centri del crimine

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Di solito associamo il crimine violento e il disordine con i centri urbani impoveriti dell’America – luoghi come New Orleans, i lati sud e ovest di Chicago, o contee a lungo in difficoltà come il Bronx. Ma oggi il centro della criminalità americana si trova sempre più sulla costa occidentale, all’interno di alcune delle città più ricche e celebri del paese.

Anche la spiegazione è nuova: invece del tradizionale legame tra povertà e criminalità, questa ondata di criminalità ha più a che fare con la politica. Praticamente tutte le città con le più importanti epidemie di criminalità – San Francisco, Seattle , Portland e Los Angeles – sono luoghi con pubblici ministeri progressisti che lavorano per limitare le punizioni per i saccheggiatori , i ladri organizzati e i senzatetto indisciplinati, a volte violenti. Le città, ad eccezione di Los Angeles, sono anche tra le più bianche degli Stati Uniti, con una grande popolazione di persone istruite.

L’ambiente legale lassista ha reso le città della costa occidentale il terreno di caccia felice per i ladri ” distruggi e afferra ” su una scala finora senza precedenti. Queste città hanno anche visto una rapida crescita della criminalità violenta, che non è mai lontana dal disordine nelle strade. Una volta questi luoghi, in particolare Portland , erano visti come esemplari urbani, ma pochi sceglierebbero una città il cui centro è crollato sotto la pressione di mesi dei manifestanti radicali  e soffre di omicidi record .

La deliberata riduzione della pena da parte della California per danni materiali minori al di sotto di $ 1000 è stata collegata a un picco di taccheggio , in particolare a San Francisco. Mike Shellenberger, autore del San Fransicko recentemente pubblicato , suggerisce ai criminali e ai senzatetto di recarsi in città dove hanno minori possibilità di essere perseguiti; i senzatetto tendono a migrare dove sono liberi di accamparsi ed evitare procedimenti giudiziari per reati contro la proprietà. Vengono anche fornite camere d’albergo, droghe e alcol gratuiti .

La California è uno dei pochi stati a vedere un drammatico aumento della sua popolazione di senzatetto. Secondo Shellenberger, tra il 2015-2020, i senzatetto di San Francisco sono  cresciuti del 32%, nonostante  i fondi triplicati per far fronte ai senzatetto. A differenza del resto dell’America, la C alifornia è uno dei pochi stati a vedere un drammatico aumento della popolazione senzatetto.

Anche Los Angeles ha preso una piega sempre più violenta. Proprio questa settimana, la filantropa di 81 anni Jacqueline Avant è stata uccisa durante un furto con scasso nella sua casa di Beverley Hills.

Le immagini dell’indigenza in città stanno soppiantando il glamour di Hollywood. In alcune parti di Los Angeles, i crescenti accampamenti di senzatetto hanno generato malattie medievali come il tifo . Le aziende, in particolare al di fuori della tecnologia e dell’intrattenimento, stanno iniziando a trasferirsi da Los Angeles e dalle altre città blu in numeri senza precedenti mentre l’ emigrazione aumenta.

Molti progressisti comprensibilmente non vogliono ammettere questa realtà. L’onnipresente Alexandra Ocasio-Cortez nega semplicemente i fatti dei recenti incidenti ” distruggi e afferra ” in varie città del paese. I principali media e l’élite politica di San Francisco hanno cercato di minimizzare tali incidenti per l’indignazione di molti residenti, attribuendo motivazioni politiche alla destra. Nel frattempo, il San Francisco Chronicle sembra più preoccupato per l’impatto sull’immagine della città che per la terribile realtà della strada.

Ora Chesa Boudin , l’ultra-svegliato procuratore distrettuale di San Francisco, sta affrontando un richiamo da parte di cittadini infuriati. Un altro sforzo, questo contro l’altrettanto svegliato procuratore distrettuale di Los Angeles George Gascon , è fallito ma si sta rinnovando. In una Seattle sempre più piena di criminalità , l’estrema sinistra DA, un “abolizionista” della polizia, è stato sonoramente picchiato da un democratico moderato diventato repubblicano . Anche a Portland, gli elettori hanno scelto di evitare un’ulteriore radicalizzazione e hanno sconfitto un candidato sindaco che si identificava con la milizia progressista antifa di sinistra.

L’ondata di criminalità in queste città profondamente blu potrebbe avere un impatto anche a livello nazionale. Questi sono bastioni chiave della sinistra progressista, e la loro continua angoscia costituisce un potente punto politico per i repubblicani che cercano voti nei  sobborghi, negli esurbi e nelle città più piccole. Quando si tratta di stagione elettorale, la tolleranza al crimine non paga.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
E adesso chiedete scusa a Trump
Si dovrebbe chiedere scusa a Donald Trump. Con un po' [...]
Addio a Donatella Raffai, storica conduttrice di “Chi l’ha visto?”
È morta oggi la storica conduttrice di Chi l'ha visto?, [...]
Hoara Borselli e “la penna” (in mancanza di contenuti)
Se a sinistra c’è chi pensa di poter “ricostruire un’egemonia [...]
Perché l’ossessione dei VIP di “lanciare un messaggio” in TV è ridicola
C’era una volta l’arte. E l’arte parlava da sé. Senza [...]

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.