Guerra Russia-Ucraina: elenco degli eventi chiave, giorno 719

Daniele Bianchi

Guerra Russia-Ucraina: elenco degli eventi chiave, giorno 719

Ecco la situazione lunedì 12 febbraio 2024.

Battagliero

  • Sette persone sono state uccise, tra cui tre bambini piccoli, dopo che un attacco di droni russi sulla città nord-orientale di Kharkiv sabato ha colpito una stazione di servizio bruciando al suolo metà della strada.
  • La Russia ha lanciato attacchi con droni su Kiev e sull’Ucraina meridionale, ferendo almeno un civile e danneggiando un gasdotto e edifici residenziali nel fiume e nel porto di Mykolaiv, hanno detto domenica le forze armate ucraine. L’aeronautica militare ha affermato che i sistemi di difesa aerea hanno distrutto 40 dei 45 droni Shahed lanciati dalla Russia.
  • L’intelligence ucraina ha affermato di avere prove che le forze russe stavano utilizzando il servizio internet satellitare Starlink di Elon Musk sul campo di battaglia nelle aree occupate nell’est del paese. Musk ha detto che il sistema non sarà venduto alla Russia.
  • Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha annunciato cinque nomine militari di alto livello dopo aver nominato il colonnello generale Oleksandr Syrsky nuovo capo delle forze armate all’inizio della settimana. Il colonnello Vadym Sukharevskyi si occuperà dei sistemi senza equipaggio e dello sviluppo dell’uso dei droni da parte dei soldati, mentre il colonnello Andriy Lebedenko si concentrerà sull’innovazione tecnologica dell’esercito e dei sistemi di combattimento come vice capo di stato maggiore di Syrsky, ha detto Zelenskyy. Tre generali di brigata furono nominati vice dello Stato maggiore delle forze armate ucraine: Volodymyr Horbatyuk, che avrebbe gestito le operazioni e la gestione, Oleksiy Shevchenko, responsabile della logistica, e Mykhailo Drapatyi per l’addestramento.

Politica e diplomazia

  • Il Senato degli Stati Uniti, molto diviso, si è avvicinato all’approvazione di un pacchetto di aiuti da 61 miliardi di dollari per l’Ucraina, nonostante la crescente opposizione dei repubblicani intransigenti e dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, candidato alle elezioni di novembre.
  • Trump ha dichiarato in una manifestazione elettorale che, se eletto presidente, non proteggerebbe i membri della NATO che non hanno adempiuto ai loro obblighi finanziari e “incoraggerebbe” la Russia ad attaccarli. La Casa Bianca ha definito i commenti “spaventosi e sconvolgenti”. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha definito i commenti “sconsiderati”, mentre il capo della NATO Jens Stoltenberg ha messo in guardia contro discorsi che “minano la sicurezza”.
  • Alexander Stubb è stato eletto nuovo presidente della Finlandia. Stubb, centrodestra e filoeuropeo, è un forte sostenitore dell’Ucraina e ha assunto una posizione dura nei confronti della Russia.
  • L’agenzia di stampa statale russa TASS ha affermato che la registrazione dei candidati per le elezioni presidenziali di marzo è stata chiusa, con l’elenco finale che include il presidente Vladimir Putin e tre politici che sostengono tutti l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. Il candidato contro la guerra Boris Nadezhdin non era sulla lista.
  • Il gruppo per i diritti umani Memorial ha affermato che il 71enne ucraino Viktor Demchenko è morto in una prigione russa mentre era sotto processo per spionaggio. Demchenko era stato accusato di spionaggio, partecipazione ad un gruppo terroristico e possesso illegale di armi. La TASS ha successivamente riferito che Demchenko è morto il 31 dicembre a causa di un ictus diversi giorni prima.

Armi

  • In un’intervista ai media tedeschi, Stoltenberg della NATO ha invitato l’Europa ad aumentare la produzione di armi per sostenere l’Ucraina e prevenire “potenzialmente decenni di confronto” con Mosca.
Daniele Bianchi

Daniele Bianchi, nativo di Roma, è il creatore del noto sito di informazione Oltre la Linea. Appassionato di giornalismo e di eventi mondiali, nel 2010 Daniele ha dato vita a questo progetto direttamente da una piccola stanza del suo appartamento con lo scopo di creare uno spazio dedicato alla libera espressione di idee e riflessioni. La sua mission era semplice e diretta: cercare di capire e far comprendere agli altri ciò che sta effettivamente succedendo nel mondo. Oltre alla sua attività di giornalista e scrittore, Daniele investe costantemente nell'arricchimento della sua squadra, coinvolgendo professionisti con le stesse passioni e interessi.