Riuscirà Onana del Man United a eclissare le polemiche per ispirare la gloria dell'AFCON del Camerun?

Daniele Bianchi

Riuscirà Onana del Man United a eclissare le polemiche per ispirare la gloria dell’AFCON del Camerun?

Proprio come il Camerun produce portieri eccezionali probabilmente più di qualsiasi altra nazione africana, è anche particolarmente incline alle controversie in quel reparto: Andre Onana, titolare del Manchester United, è semplicemente l’ultimo di loro.

L’esempio più famigerato si è verificato negli anni ’80 e ’90, quando la rivalità ventennale tra i portieri Thomas N’Kono e Joseph-Antoine Bell raggiunse nuove dimensioni. Quest’ultimo ha accusato il manager della squadra Valery Nepomnyashchy di aver ceduto all'”alta politica interna camerunese” dopo essere stato licenziato alla vigilia della Coppa del Mondo del 1990 per aver criticato la squadra. Circolavano anche voci secondo cui la costante richiesta di Bell di aumentare i bonus aveva irritato la Federcalcio camerunese (FECAFOOT) e aveva indotto il ministro dello sport a considerare la revoca della sua cittadinanza.

Nel 2013, l’esperto portiere titolare Carlos Kameni è stato escluso dalla nazionale perché, secondo l’allora allenatore del Camerun Volker Finke, esercitava un’influenza disordinata nello spogliatoio.

Non è quindi stata una sorpresa lo sfratto di Onana dal campo dei Leoni Indomabili durante i Mondiali del 2022 in Qatar, a seguito di una imprecisata divergenza di opinioni con l’allenatore Rigobert Song.

La successiva decisione del giocatore di ritirarsi, tuttavia, nel bel mezzo della migliore stagione della sua carriera fino a quel momento, ha alimentato speculazioni sui dettagli esatti degli eventi in Qatar.

“L’opinione pubblica è ancora divisa sulla questione del Qatar soprattutto a causa della FA [football association] non ha mai veramente spiegato cosa sia successo là fuori”, dice Simon Lyonga, giornalista sportivo che lavora con CRTV, l’emittente governativa del Camerun.

“Mentre alcuni pensano che sia una caccia alle streghe contro il giocatore, molti sono dell’opinione che la sua vicinanza al presidente della FA gli abbia fatto impazzire”.

Il Camerun affronterà la Guinea lunedì nella prima partita della Coppa d’Africa (AFCON) in corso ad Abidjan, Costa d’Avorio. Onana mancherà, non perché sia ​​ancora in pensione, ma perché ha deciso di giocare una partita di campionato per il suo club domenica – e questo ha riacceso le polemiche.

Il ritorno del 27enne all’ovile del Camerun è avvenuto nella partita di qualificazione AFCON di settembre contro il Burundi, dopo aver ribaltato la sua decisione a causa dell’intervento del presidente della FECAFOOT, Samuel Eto’o, dalla cui accademia Onana è arrivato al Barcellona all’età di 14 anni.

La stagione degli errori

Il momento del suo ritorno era opportuno per Onana. In estate, fresco di impressionare quando i giganti italiani dell’Inter hanno raggiunto la finale di UEFA Champions League nel 2022-23, si è trasferito al Manchester United con un accordo del valore di 50 milioni di euro (circa 55 milioni di dollari al tasso di cambio attuale).

Sembrava una soluzione perfetta per tutte le parti: non solo ci si aspettava che la riunione con l’ex allenatore dell’Ajax Erik ten Hag portasse a un’integrazione perfetta, ma un club delle dimensioni e delle ambizioni dello United sembrava il veicolo perfetto per lo stile e la personalità schietti di Onana.

La realtà, tuttavia, è stata diversa.

Onana ha diviso nettamente le opinioni, commettendo numerosi errori di alto profilo e attirando critiche sia da parte dei fan che degli esperti. A lui è stata attribuita in particolare la colpa dell’uscita del Manchester United dalla Champions League, dove il club è arrivato ultimo nel girone composto da FC Copenhagen e Galatasaray.

“Se devo parlare della mia stagione finora con il Manchester United, non sono felice perché so che posso fare molto, molto meglio”, ha ammesso in un’intervista a Sky Sports, anche se la sua disponibilità a sopportare gli errori ha fatto poco per calmare la disapprovazione dei fan.

In questo contesto, era ampiamente previsto che avrebbe colto al volo l’opportunità di partire per l’AFCON, anche solo per riparare la sua immagine tra le comodità domestiche. Sebbene sia impossibile sfuggire alla pressione di essere un portiere in servizio internazionale, Onana ha comunque mantenuto un enorme sostegno da parte dei fedeli del suo paese grazie ai suoi sforzi umanitari e filantropici in patria. Per questo motivo, attribuire la colpa o portare rancore nei confronti di Onana è un percorso che molti si sentivano a disagio nel percorrere.

In generale, nonostante le sue difficoltà in Inghilterra, i tifosi del Camerun sono stati ampiamente incoraggianti, disposti ad andare in guerra per il loro connazionale sui social media in mezzo a una feroce reazione negativa.

“Mi sono imbattuto in tweet e mi sono persino seduto in riunioni di molti amanti del calcio che dicono apertamente che nessuno ha il diritto di colpire Onana perché è uno dei migliori al mondo in questo momento”, Oni Ladonette Ondesa, giornalista sportivo alla STV del Camerun, ha detto ad Oltre La Linea. “Credo che molti abbiano capito quanto possa essere uno spirito libero e stiano imparando ad accettare non solo il suo stile di gioco ma anche la sua personalità”.

Polemica sul corteggiamento

La decisione di Onana di ritardare il suo arrivo all’AFCON è stata quindi uno shock per molti, con i fan precedentemente comprensivi che non sapevano cosa farne.

Mentre alcuni ritengono che sia stato raggiunto un accordo tra FECAFOOT, Onana e la dirigenza del Manchester United, per altri è difficile venderlo. Molti camerunesi sono scontenti della sua decisione, dato che è il portiere titolare; credono che iniziare una competizione con ogni elemento chiave sia essenziale per una squadra con progetti di successo, e quindi sono piuttosto preoccupati per l’assenza di Onana.

“Molti lo vedono così [an act of] sfida al team tecnico”, afferma Lyonga. “Non era in fase di preparazione a Jeddah e molti sono dell’opinione che dovrebbe essere escluso dalla prima partita, e se il portiere del sit-in gioca bene, dovrebbe essere mantenuto anche in presenza di Onana”.

I vice Fabrice Ondoa e Davis Epassy sono abbastanza capaci: il primo era in porta quando il Camerun ha vinto il suo ultimo trofeo AFCON nel 2017, e il secondo è intervenuto nelle ultime due partite dei Leoni Indomabili ai Mondiali. L’utilizzo di entrambi non sarebbe un problema per l’allenatore ed ex capitano Song, che in genere adotta una posizione dura per quanto riguarda la disciplina della squadra.

Se però a Onana verranno affidati i guanti al suo tardivo arrivo, dicono gli analisti non avrà nessun posto dove nascondersi: ogni errore sarà ingigantito, ogni mossa scrutata. Nonostante tutto ciò che spesso sostiene, per guadagnare la redenzione in Costa d’Avorio, dovrà resistere a pressioni senza precedenti. Questo è il rischio; vale la pena scommettere sulla potenziale ricompensa – la possibilità di conquistare critici e detrattori.

Daniele Bianchi

Daniele Bianchi, nativo di Roma, è il creatore del noto sito di informazione Oltre la Linea. Appassionato di giornalismo e di eventi mondiali, nel 2010 Daniele ha dato vita a questo progetto direttamente da una piccola stanza del suo appartamento con lo scopo di creare uno spazio dedicato alla libera espressione di idee e riflessioni. La sua mission era semplice e diretta: cercare di capire e far comprendere agli altri ciò che sta effettivamente succedendo nel mondo. Oltre alla sua attività di giornalista e scrittore, Daniele investe costantemente nell'arricchimento della sua squadra, coinvolgendo professionisti con le stesse passioni e interessi.