Covid terrorismo

Covid, continua la campagna terroristica della stampa

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Covid e stampa terroristica, ormai è un binomio indissolubile. La prima pagina di Repubblica di oggi è emblematica in tal senso.

Il terrorismo mediatico e l’ipocrisia di Mentana

Il signor Enrico Mentana, qualche giorno fa su facebook, ci aveva deliziato con il suo ennesimo commento illuminato. “Spero almeno che si sia tutti contro la sola idea che si debba chiudere tutto, no”? E poi giù di critiche ai no mask e alla “fesseria della dittatura sanitaria”.

Il giornale del signor Mentana non fa altro da mesi: pubblicare bollettini di migliaia di contagiati asintomatici e morti che si contano sulle dita di una mano. Poi il suo editore ci tiene a precisare di essere contro la sola idea di una nuova quarantena. Come a dire: diffondo notizie allarmanti senza che siano allarmanti e poi preciso di non avere alcuna volontà di svilupparne le conseguenze. Comodo.

covid terrorismo

Covid e Repubblica, un binomio felice

Come Mentana, anche Repubblica non smette di pubblicare dati sostanzialmente inutili ai fini di un reale monitoraggio dell’andamento del Covid. Il titolo di oggi è emblematico. A che serve parlare di oltre 4600 nuovi positivi che nel 99% dei casi sono asintomatici, dunque senza alcuna malattia realmente significativa? A nulla.

Si dirà: ma possono contagiare. Ma se i morti sono 39, è evidente che l’attuale rischio di conseguenze spiacevoli da Covid si sia ridotto enormemente, qualsiasi opinione si abbia del virus. Dunque, anche questa seconda informazione che scopo ha? Nessuno.

E diviene tutto ancora più pagliaccesco se si pensa all’aumento esponenziale del numero dei tamponi, il quale “non riesce” a registrare aumenti significativi di pericolosità per il virus e la sua diffusione.

A meno che non si dicano le cose come stanno: la stampa mainstream, da mesi, registra i dati numerici sul Covid per il solo gusto di comunicare notizie inutili, sottolineando una pericolosità del virus attualmente inesistente, a meno di non considerare ogni singola malattia presente sul nostro territorio come potenzialmente pericolosa a prescindere.

Come se ne uscirà? Questo, al momento, resta un mistero. Ciò che è sicuro è che la storia pazzesca e per certi versi incredibile del Covid sta facendo comodo, come noi sosteniamo da sempre, solo al governo.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
E dei “1300 morti al giorno” previsti ad aprile nessuna traccia
"Con le riaperture rischiamo 1300 morti al giorno". Così profetizzava [...]
Per il PD “tutto Zaki” chi è già italiano può rimanere nelle carceri in Marocco
Barricate per l'egiziano Zaki, silenzio tombale per l'italo-marrocchina Fatima (nome [...]
La riforma della giustizia è una priorità, come quella costituzionale
Riforma della giustizia, una priorità congelata da decenni. Ieri il [...]
Lo strano concetto di “legge Anti-LGBT” dei progressisti
In Ungheria è entrata in vigore oggi la famigerata legge [...]
Scroll Up

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Non perdere le notizie veramente importanti. In un contesto di disinformazione, oscuramento della libertà di espressione da parte dei mass media, è importante avere canali alternativi di informazione.