Stephen Cohen: Russiagate più grande minaccia alla sicurezza nazionale

Stephen Cohen: Russiagate più grande minaccia alla sicurezza nazionale

La sistematica russofobia americana che ha raggiunto il suo apice con il Russiagate ha costituito una “catastrofe” sia per la politica interna che per la politica estera, e minaccia il futuro del sistema americano; così ha detto il professor Stephen Cohen a RT.

Può ancora scoppiare una guerra con la Russia, se gli Stati Uniti insistono nel proseguire con la loro politica della “demonizzazione” che ha dato vita al Russiagate, invece di ritornare alla distensione e alla cooperazione, ha detto il professore emerito della New York Univerisity Stephen Cohen.

Intanto, la Nato ha deliberatamente fronteggiato la Russia post-sovietica allargando i propri confini, lasciando al presidente russo Vladimir Putin poche illusioni riguardo la buona volontà dell’occidente – armato con “missili nucleari che possono eludere qualunque difesa missilistica”.

Cohen crede che tale teoria del complotto – la quale rimane sulle prime pagine dei media americani, nonostante sia stata ampiamente screditata sia dalle indagini indipendenti che dal rapporto di Robert Mueller – sia il lavoro della CIA e del suo ex direttore John Brennan, fortemente contrari a qualunque tipo di cooperazione con la Russia. William Barr, che sta investigando sull’FBI sull’operazione di controspionaggio del 2016, dovrebbe dare un’occhiata a Brennan e alla sua agenzia, dice Cohen.

Se i nostri servizi di intelligence sono così deviati al punto che possono prima provare a distruggere un candidato presidenziale, e poi un presidente… dobbiamo saperlo. Questo è il peggiore scandalo della storia americana. È il peggiore, almeno, dai tempi della guerra civile. E il danno causato da questa catastrofe non si fermerà ai confini americani”.

L’idea che Trump fosse un agente russo è stata devastante “per le nostre istituzioni, per la presidenza, per il sistema elettorale, per il Congresso, per i media, e non da ultimo per le relazioni USA-Russia”, ha dichiarato Cohen. “Il Russiagate è la più grande minaccia alla sicurezza nazionale. Ne ho cinque sulla mia lista. Russia e Cina non ci sono. Il Russiagate sì”.

E il danno potenziale può essere ancora più grande.

(da Russia Insider)

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

WSJ: due attacchi razzisti su tre sono bufale
Quando ho chiesto a Wilfred Reilly riguardo la nomina del [...]
La “capitana” Carola Rackete? Una figlia di papà
La "capitana" della Sea Watch, all'anagrafe Carola Rackete, sta apparendo [...]
Sea Watch, Carola Rackete insiste: “Forziamo il blocco”
Non si arrende Carola Rackete, capitano della Sea Watch, ed [...]
Incredibile, Corte di Strasburgo boccia il ricorso Sea Watch: no a sbarco in Italia
La giurisprudenza internazionale, così come quella italiana, hanno fatto delle [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter