Macron racconta favole a Mattarela: "Amicizia Italia - Francia indistruttibile"

Macron racconta favole a Mattarela: “Amicizia Italia – Francia indistruttibile”

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

“Il legame tra i nostri due Paesi e i nostri cittadini è indistruttibile. E’ molto più forte e più profondo di quanto non lo sia tra noi al nostro livello”. Italia e Francia amici per sempre. Emmanuel Macron ama le favole. Come il nostro presidente Mattarella d’altronde, il quale ci aveva deliziato appena il giorno prima, con le sue dichiarazioni del Primo Maggio, in cui era stato capace di inventarsi un fantomatico “Stato sociale europeo” non solo mai esistito, ma distrutto dalle politiche economiche dell’UE negli ultimi vent’anni.

Ieri ci ha pensato il presidente francese a deliziarci con questa ennesima perla leggendaria – oggettivamente ripetuta da anni a macchinetta da tutti i media di massa – secondo la quale Francia e Italia sarebbero “paesi amici”. Il contesto sono le celebrazioni del 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

“Se abbiamo fatto la pace tra Italia e Francia? Non ce n’è bisogno, i legami sono talmente forti, storicamente profondi che non ce n’era bisogno“. Dice Macron. Quanto amore e quanta vicinanza.

Ha dimenticato di chiamarci “cugini”, ma ce ne faremo una ragione. Nel frattempo il suo Paese non si è fatto scrupoli nel distruggere i nostri rapporti con la Libia con l’intervento bellico del 2011, non si sta facendo scrupoli nel tentativo di completare l’opera adesso, e non si è mai posto alcun problema nel farci la morale sull’immigrazione per poi non solo non accettare quote di immigrati per migliaia (e qualcuno ha ancora il coraggio di prendersela con Orban che ne rifiuta poche centinaia), ma anche nel rispedircene qualcuno a casa violando pure la nostra sovranità territoriale.

Caro Macron e caro Mattarella. L’ “amicizia indistruttibile” esiste solo nei vostri discorsi. Non certo nelle vostre politiche, fatte di continui tentativi di ingerenza e di ostacolo da parte dell’Eliseo per mano del primo e di insopportabile, traditrice e vergognosa prostrazione da parte del secondo.

Francia e Italia sono tutto tranne che amici. Non c’è una ragione e non c’è una colpa. Capita. Fa parte della storia e della politica. Ma il popolo italiano, per fortuna, questa propaganda da due soldi non l’ha mai recepita.

(di Stelio Fergola)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Galateo, ovvero l’educazione perduta: riscopriamolo
Galateo, una parola che sentiamo spesso. "Non riempire troppo il [...]
Nodi marinari: esempi e storia di una tradizione millenaria
Saper fare un nodo è una cosa che può risultare [...]
I figli sardine anti Salvini, i papà anti Berlusconi: quei flash mob revival
C'è il paese dei gilet gialli e quello delle sardine (che [...]
L’esercito Siriano avanza nei territori di Idlib occupati dai Jihadisti
Le forze governative del presidente Assad avanzano lentamente nella parte [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up