Lilly Gruber, la figuraccia: "bacchetta" Borghi ma sbaglia

Lilly Gruber, la figuraccia: “bacchetta” Borghi ma sbaglia

A Otto e Mezzo Lilly Gruber tenta di umiliare Claudio Borghi (Lega) sulla storia europea ma finisce per fare lei stessa una gaffe clamorosa. Il  Presidente della 5ª Commissione Bilancio della Camera dei Deputati Claudio Borghi afferma che la Spagna è un membro fondatore dell’Unione Europea e Lilly Gruber lo bacchetta: “Non è vero, non è tra i membri fondatori”. Non contenta, dice al professore di “studiare”, “portare i numeri in trasmissione” e di “non guardare il cellulare”.

Lilly Gruber, la figuraccia: "bacchetta" Borghi ma sbaglia

Peccato che, come dallo stesso Borghi sottolineato in trasmissione, la Spagna è tra i dodici paesi membri dell’allora Comunità Europea – oggi Unione Europea – che il 7 febbraio 1992 firmarono il Trattato di Maastricht: trattato storico che fece della Comunità europea (CE) il “Primo pilastro” della futura Unione europea (UE).

Lilly Gruber, la figuraccia: "bacchetta" Borghi ma sbaglia

Naturalmente, il Corriere della Sera e Repubblica, imputano subito la gaffe all’onorevole Borghi e non alla conduttrice: il Corriere però poi ci pensa bene e toglie la parola “gaffe” – ma ormai molti siti hanno ripreso la notizia così com’era stata falsamente confezionata. Anche l‘Huffpost è costretto a fare retromarcia. Questa, però, è la desolante rappresentazione di come funziona la stampa in Italia: tutta schierata da una parte. Sempre la stessa, quella nemica dell’Interesse Nazionale.

Lilly Gruber, la figuraccia: "bacchetta" Borghi ma sbaglia

(di Roberto Vivaldelli)

 

 

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Lampedusa, ora il sindaco Martello è per l’accoglienza: le élite ignorano la volontà popolare
Ora il sindaco di Lampedusa Totò Martello è per l'accoglienza. [...]
Gramellini contro i “kattivisti”: il solito moralismo chic
Massimo Gramellini si schiera a difesa del fenomeno Greta Thunberg e [...]
Non si muore più nel Mediterraneo, ma agli immigrazionisti non va giù
Solo un morto ritrovato nel 2019. Quanto ai dispersi, se [...]
Oltrelalinea attiva il chatbot
Dopo il restyling del sito web, stiamo cercando di utilizzare [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter