Trump revoca le sanzioni a Rusal e altre società russe

Trump revoca le sanzioni a Rusal e altre società russe

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lo scorso 27 Gennaio, il governo degli Stati Uniti ha confermato la rimozione delle sanzioni al gigante dell’alluminio Rusal, società russa fondata dal magnate Roman Abramovic e controllate dal noto oligarca Oleg Deripaska.

 

Oggetto della rimozione delle sanzioni, oltre a Rusal, sono anche altre due società ad essa collegate: En+ ed EuroSibEnergo. La condizione espressa dal governo americano è stata la rinuncia del controllo delle stesse da parte di Deripaska, ovvero una sostanziale riduzione del suo pacchetto azionario.

Questo significa che le relazioni commerciali con Rusal possono riprendere a funzionare normalmente per tutti i clienti, fornitori e partner occidentali. Con il titolo azionario che segna un netto +6% alla borsa di Hong Kong.

Ricordiamo che Rusal, società con ricavi poco sotto agli 8 miliardi di dollari annui, è il più grande fornitore di alluminio del mercato globale, produce all’incirca 4 milioni di tonnellate di alluminio all’anno, di cui oltre il 90% prodotti con energia idroelettrica rinnovabile.

Sul fronte americano, dopo la revoca delle sanzioni a Rusal e altre società russe da parte di Trump, sono piovute le critiche dal fronte democratico. Gli stessi si dichiarano non soddisfatti dell’attuale iniziativa presidenziale. Nello specifico i democratici si sono lamentati che le sanzioni sono state revocate prima che la revisione del Congresso potesse essere completata.

Possono sorridere le controparti europee, la partnership tra Rusal e l’industria europea dell’alluminio rappresenta un’ottima opportunità per la crescita dell’industria manifatturiera dell’UE. La piena operatività di Rusal sul piano europeo di certo poertà rilevanti benefici nell’interscambio commerciale tra Europa e Russia.

(Flavio Navigli)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Economia globale a rischio per un buco nero di politica monetaria
L'intero globo terracqueo si trova nuovamente vicino ad una recessione [...]
Galateo, ovvero l’educazione perduta: riscopriamolo
Galateo, una parola che sentiamo spesso. "Non riempire troppo il [...]
Nodi marinari: esempi e storia di una tradizione millenaria
Saper fare un nodo è una cosa che può risultare [...]
I figli sardine anti Salvini, i papà anti Berlusconi: quei flash mob revival
C'è il paese dei gilet gialli e quello delle sardine (che [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up