Luttwak umilia le Ong: "Non hanno voglia di lavorare"

Luttwak umilia le Ong: “Non hanno voglia di lavorare”

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ospite de La Zanzara, su Radio 24, Edward Luttwak, il politologo già consulente strategico del Governo degli Stati Uniti, ha detto la sua sul tema immigrazione e sposato la linea del Ministro dell’Interno Matteo Salvini. A proposito della Sea Watch, Luttwak ha osservato che «batte bandiera olandese, doveva sbarcare in Olanda perché è semplicemente un pezzo di Olanda che naviga in Mare. E poi i Paesi Bassi non sono lontani, non è come andare in Alaska o in Giappone».

Non è questione di essere carini, simpatici, compassionevoli, cristiani, dolci, ma di applicare la legge, ha osservato il professore, «altrimenti si vive in balia di chi fa la voce grossa». Durissimo il suo giudizio sulle ONG: «Quella delle Ong è gente che non vuole andare a lavorare; qualche volta salvano altre volta no, altre volte vanno a spasso a mangiare il pesce in qualche trattoria».

Edward Luttwak non ha risparmiato il suo giudizio – spietato e lapidario – su Gino Strada, fondatore di Emergency: «In Italia ci sono persone che sono in estrema povertà e disagio, e estremo pericolo, ma non è mai andato da loro è andato in Afghanistan. Se tu vai a Palmi o a Canicattini o a Voghera, la stampa non ti segue, devi andare in Afghanistan, in Calabria non è chic».

(di Roberto Vivaldelli)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Galateo, ovvero l’educazione perduta: riscopriamolo
Galateo, una parola che sentiamo spesso. "Non riempire troppo il [...]
Nodi marinari: esempi e storia di una tradizione millenaria
Saper fare un nodo è una cosa che può risultare [...]
I figli sardine anti Salvini, i papà anti Berlusconi: quei flash mob revival
C'è il paese dei gilet gialli e quello delle sardine (che [...]
L’esercito Siriano avanza nei territori di Idlib occupati dai Jihadisti
Le forze governative del presidente Assad avanzano lentamente nella parte [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter

Scroll Up