Amatrice e le "Fake News contro l'accoglienza" scovate da OPEN

Amatrice e le “Fake News contro l’accoglienza” scovate da OPEN

Qualche foto sbagliata ritraente capanni innevati, riportata da Giorgia Meloni, da un salviniano su Facebook, dal sito del TGCOM, è sufficiente, secondo la brillantissima inchiesta di OPEN, per poter difendere i “sindaci pro accoglienza” dalle infamanti accuse, indovinate un po’, di Nicodemo Maglioccia (ma chi è?) e altri tre gatti.

Costoro si sarebbero permessi di criticare l’immigrazione di massa addirittura ipotizzando che forse non sarebbe il caso di fare entrare altri clandestini, con milioni di italiani in stato di povertà, e il direttorissimo Mentana rilancia, dal suo giornale, l’allarme della “propaganda contro l’accoglienza”.

Questo a fronte di Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, la Repubblica, Huffington Post, La Stampa, Il Messaggero, Avvenire e il 95% della stampa italiana che non smette di propagandare l’esatto opposto. Che dire, uno scontro alla pari.

Ma non è tutto. Il meteo dei prossimi giorni prevede la neve ad Amatrice e in zone limitrofe, e l’area- abitata, lo ricordiamo, da terremotati in condizioni serissime – è stata colpita già il mese scorso da pesanti disagi. Quindi che peso potrebbe avere la “gigantesca” fake news scovata da quei geniacci di OPEN? Che differenza c’è se le foto sono del 2017 rispetto al fatto che il territorio sia comunque innevato? Cosa comporterebbe nei termini del terzo inverno di fila a cui non si può dedicare ogni prioritaria attenzione perché contemporaneamente occorre “restare umani” e continuare ad accogliere centinaia di migliaia di persone che non ne hanno alcun diritto?

Nulla. Certo, Mentana ci prova, facendo pure il figo su Facebook, e ironizzando sui 10 clandestini che l’Italia ha deciso di far sbarcare dopo l’affaire Sea Watch.

Amatrice e le "Fake News contro l'accoglienza" scovate da OPEN

Con il piglio di chi la sa lunga, il direttorissimo scherza e si fa pure grasse risate sul concetto di “invasione”, come se gli ultimi 10 arrivati cancellino i 700mila giunti negli anni scorsi, e come se accoglierne 10 alla volta non significasse avere 10 cittadini italiani in meno a cui prestare ogni attenzione, soprattutto dopo un terremoto che ha prodotto danni e vittime fuori scala.

Questa è la disumanità dell’informazione di massa. Che cerca pure di ergersi a vittima urlando a una “propaganda contro i migranti” che esiste solo nel cervello (in malafede o bacato che sia è indifferente) di chi la dirige.

(di Stelio Fergola)

Articoli correlati

Potrebbero piacerti

Brexit Party, la scure puntuale dei giudici
La puntualità delle inchieste giudiziarie coinvolge anche il Brexit Party [...]
“Dante omofobo, via da scuola”, l’ultima crociata dei liberal
Dante Alighieri è finito nel mirino delle truppe intolleranti del [...]
Strasburgo, “Italia dia alloggio ai Rom”
Anche Strasburgo scende in campo contro Salvini. Il governo italiano [...]
Greta Thunberg: strumento dell’imperialismo occidentale?
Greta Thunberg la si potrebbe definire la clone in vitro [...]
Ultime

NOTIZIE

Seguici su

Facebook

Ultime da

Twitter