Una destra fascista o una sinistra isterica?

Una destra fascista o una sinistra isterica?

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Se i supporter di Trump sono davvero “miserabili, razzisti, sessisti, omofobi, xenofobi, islamofobi” e “impossibili da guarire”, come li ha descritti Hillary Clinton, non è forse isolarli e umiliarli il modo migliore di trattarli? Una parte crescente della sinistra statunitense lo crede fermamente.

Venerdì, alcuni camerieri gay al Red Hen di Lexington, Virginia, scoprendo che tra i loro clienti c’era la responsabile dell’ufficio stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee, hanno fatto chiamare il direttore. Tutti hanno deciso di chiedere alla Sanders di uscire. Quando la notizia ha raggiunto la costa ovest, la parlamentare Maxine Waters era in estati, urlando alla folla “Dio è dalla nostra parte!”. Ha detto inoltre: “Assicuriamoci di essere presenti sempre. Se vedete qualcuno del governo al ristorante, al mercato, alla stazione di benzina, create una folla e respingetelo, e ditegli che non è più il benvenuto, da nessuna parte”.

La segretaria della sicurezza nazionale Kirstjen Nielsen è stata fischiata ad un ristorante messicano, e poi circondata dalla folla attorno alla sua casa. L’assistente della Casa Bianca Stephen Miller è stato chiamato “fascista” mentre cenava a Washington D.C., mentre Pam Bondi è stata invece cacciata da un cinema.

Lo scorso giugno, il lato oscuro della sinistra ha quasi causato dei morti. James Hodgkinson, un sostenitore della campagna di Bernie Sanders, ha aperto il fuoco contro i parlamentari Repubblicani durante la loro gara di baseball con i Democratici. Steve Scalise è stato ferito quasi mortalmente. Se non fosse stato per l’apparato di sicurezza, Hodgkinson avrebbe potuto compiere una strage.

E anche l’atmosfera culturale sta diventando tossica. L’attore Robert De Niro aizza la folla al grido “F— Trump!”. Peter Fonda dice che il dodicenne Barron Trump dovrebbe essere chiuso in una stanza con dei pedofili. L’attrice Kathy Griffin si fa una foto con la testa decapitata di Trump in mano. L’ex direttore della CIA Michael Hayden, criticando la politica verso i figli degli immigrati clandestini, mette sui social media la foto dell’ingresso del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau.
Cosa ci dice, tutto questo, dell’America del 2018?

La sinistra disprezza la destra trumpiana fino all’irrazionalità, e crede che paragonarla al fascismo non sia solo legittimo, ma un segnale che i suoi oppositori sono i veri, giusti, morali e coraggiosi dissenzienti di questi orribili tempi. Gli storici sostengono che questo rigurgito di odio non abbia precedenti. Si sbagliano. Nel 1968, le folle insultavano Lyndon Johnson, che aveva appena fatto passare la legge sui diritti civili, urlandogli “ehy ehy LBJ, quanti bambini hai ucciso oggi?”

Dopo l’assassinio di Marthin Luther King, centinaia di città, inclusa la capitale, vennero saccheggiate e messe a ferro e fuoco; l’esercito e la Guardia Nazionale furono chiamati per ripristinare l’ordine. I soldati di ritorno dal Vietnam venivano colpiti da sputi. I poliziotti venivano uccisi dai terroristi urbani. Tutti i giorni venivano piazzate bombe. I campus universitari venivano chiusi. Nel maggio 1971, decine di migliaia di manifestanti assaltarono Washington D.C..

Una nota di avvertimento per i progressisti: l’estremismo è il motivo per cui Nixon e Reagan hanno vinto. Ma anche se i media si comportano come se fossimo ancora nel 1968, non lo siamo più. Allora era storia, oggi è una farsa.

Il confronto con la Germania nazista è assurdo. Qualcuno crede davvero che i centri dove i figli dei clandestini vengono detenuti siano come i lager di Hitler? Questa è un’iperbole di isteria e odio. Due milioni di americani sono in prigione, separati dalle loro famiglie. Quante ore in tv sono state dedicate a loro? Il 30% di tutti i bambini statunitensi è cresciuto con un solo genitore. Quanti speciali in TV sono stati dedicati ai figli separati per mesi, a volte anni, a volte per sempre, dai propri padri e dalle proprie madri che servono nell’esercito?

A causa del supporto statunitense alla guerra nello Yemen, centinaia di migliaia di bambini sono minacciati dalla carestia. A quei bambini yemeniti non vengono serviti hamburger nei centri di assistenza. Quante tv occidentali mostrano la loro sofferenza? Quando si parla di retorica dell’0dio, la destra non è innocente, ma la sinistra è infinitamente più colpevole. E’ stato durante le manifestazioni di Trump, non quelle di Bernie Sanders, che i provocatori hanno iniziato a picchiare le persone. Perché? Perché se ti viene fatto credere che il tuo nemico sia un fascista, allora le loro idee non meritano rispetto. E, esattamente come succedeva negli anni ’60, se manifesti il tuo disprezzo, riceverai l’indulgenza dei media, che esalteranno la tua presunta superiorità morale.

(Patrick Buchanan, the American Conservative – Traduzione di Federico Bezzi)

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero piacerti

Il mito calcistico del Brasile è finito?
Il mito del Brasile finito? Forse. Ma andiamo con ordine. [...]
Sovranisti, sveglia! Sbarchi super e UE cannibale, altro che “5 furbetti”
Sovranisti, sveglia, non è il momento di indignarsi per le [...]
Brasile, ecco la petizione contro George Soros
Dal Brasile parte una grande raccolta firme contro il magnate [...]
Imagine “comunista” e la ridicola politicizzazione dell’arte
Hanno fatto discutere le dichiarazioni di Giorgia Meloni in merito [...]
Scroll Up